Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA / Caserta – Ultimatum di Riello e Grimadi a Del Gaudio: “Sostituisci la Ucciero con Napolitano”. Ma il sindaco e Peppe Greco vogliono tenerla lì per forza.


      Di fronte all’ out out del coordinatore cittadino del nuovo Psi, Del Gaudio ha scritto una lettera riservata ai vertici regionali, provinciali e cittadini.  Caserta – Di mattina bisogna comunicare notizie fondamentali, senza girarci troppo intorno. Della giubilazione di Teresa Ucciero dalla carica di assessore comunale di Caserta si parla da tempo. Anche da troppo tempo. […]

     

    Nella foto, da sinistra, Ucciero, Del Gaudio e Riello. Nel riquadrino, Pasquale Napoletano.

    Di fronte all’ out out del coordinatore cittadino del nuovo Psi, Del Gaudio ha scritto una lettera riservata ai vertici regionali, provinciali e cittadini. 

    Caserta – Di mattina bisogna comunicare notizie fondamentali, senza girarci troppo intorno. Della giubilazione di Teresa Ucciero dalla carica di assessore comunale di Caserta si parla da tempo. Anche da troppo tempo. Il sindaco Del Gaudio, insieme ai due uomini forti dell’amministrazione comunale, Enzo Ferraro e Peppe Greco, il quale le ha messo Lucrezia Cicia alle calcagna, con la mission di tutor, vogliono fortissimamente che resti in giunta, dato che questo consente loro di scorazzare liberamente nei prati sempre munifici, anche in questi tempi di crisi, della delega ai lavori pubblici che la Ucciero ricopre, come è fin troppo chiaro, ormai da tempo, solo sulla carta.

    Questo il motivo per cui anche l’altro ieri, martedì, il sindaco Del Gaudio ha tergiversato al cospetto di Pietro Riello, coordinatore cittadino del nuovo Psi. Fino alla settimana scorsa, infatti, il sindaco ha sempre detto che fin quando la rivendicazione fosse arrivata dal gruppo consiliare o dal singolo consigliere comunale del Psi, Napoletano, lui non l’avrebbe presa in considerazione. Si sarebbe mosso solo di fronte a una formale richiesta politica del partito del governatore Caldoro. E la richiesta è arrivata attraverso le parole chiave usate da Pietro Riello, primo rappresentante del nuovo Psi della città di Caserta. Naturalmente, la contromossa, è stata quella di buttarla in “ammuina”.

    Il sindaco ha detto a Riello: “Si è formato un gruppo del Mpa con due consiglieri; ora è nato anche un gruppo indipendente, formato da Acconcia, Esposito e Del Rosso. Se devo accontentare voi socialisti, che, per giunta, avete un solo consigliere, allora devo stravolgere  quasi l’intero impianto della giunta e questo, per il momento, non lo voglio fare”.

    Contro obiezione di Riello: è vero che noi abbiamo un solo consigliere,  ma siamo un partito importante, con peso specifico rilevante per motivi fin troppo noti. Per cui, io le dico in questo momento,  sindaco, che mi assumo tutta la responsabilità politica della richiesta. Le chiediamo semplicemente di sostituire un nostro assessore con un altro nostro assessore, facendo entrare in giunta non un tecnico, ma un consigliere eletto dal popolo, pronto ad assumersi il rischio anche di saltare via definitivamente dalla giunta. Per cui, il suo riferimento ad altre situazioni è improprio.

    Di fronte a queste parole, il sindaco, in una lettera riservata, indirizzata ad ognuno di loro, ha chiesto la copertura politica, alla sua volontà di non toccare l’esecutivo cittadino, agli organismi provinciali, regionali e cittadini del Pdl.

    Ma una Ucciero può valere uno scontro ulteriore tra il Pdl e il gruppo casertano del governatore Caldoro? Sulla carta, no. Ma qui non si può mai dire.

    Concludo questo articolo con il nostro proverbiale “staremo a vedere”.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 18 ottobre 2012 ALLE ORE 11:30