Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA – Zuffa tra l’oculista Perillo e Nico Nobis. Sfiorato il contatto fisico. E Rosario Capasso si riscopre paciere


    Il fatto si è verificato stamattina, mercoledì, subito dopo la riunione dell’interpartitico. AVERSA – L’oculista Francesco Perillo che tutti conoscono come Gianfranco Perillo, oltre ad essere un valentissimo professionista, è anche un fan sfegatato del sindaco Sagliocco. Negli ultimi mesi si è visto troppo poco in consiglio comunale, stamattina è ricomparso, evidentemente accogliendo l’appello dello […]

    Nella foto Francesco Perillo e Nico Nobis

    Il fatto si è verificato stamattina, mercoledì, subito dopo la riunione dell’interpartitico.

    AVERSA – L’oculista Francesco Perillo che tutti conoscono come Gianfranco Perillo, oltre ad essere un valentissimo professionista, è anche un fan sfegatato del sindaco Sagliocco. Negli ultimi mesi si è visto troppo poco in consiglio comunale, stamattina è ricomparso, evidentemente accogliendo l’appello dello stesso Sagliocco, che in considerazione delle diverse crepe apertesi nella sua maggioranza, gli ha chiesto di essere presente alla pletorica riunione dell’interpartitico di stamattina. All’uscita, il buon Perillo si è preso, per usare un’espressione gergale, “la pizzicata” con Nico Nobis, suo collega consigliere di “Noi Aversani” diventato dissidente, dopo che insieme a Pasquale Galluccio, ha firmato un documento in cui critica metodi e sistemi del primo cittadino.

    Perillo gli ha proprio rimproverato questo, gli ha rimproverato quel documento aggiungendogli anche che lui, ormai, è fuori gioco.

    Nobis, come tutte le persone placide e biologicamente calme, quando si incazza, si incazza sul serio. Alterco durissimo tra i due che per poco non sono arrivati alle mani. Provvidenziale è stato l’intervento del consigliere comunale del nuovo Psi Raffaele Marino e del capo gruppo di Noi Aversani Rosario Capasso, ormai votato alla saggezza. Capasso mediatore e paciere.

    Non c’è che dire: Aversa sta proprio cambiando.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 2 ottobre 2013 ALLE ORE 18:54