Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA. Inizia la grande giostra del nuovo Puc: saranno costruite 800 nuove unità abitative. Tutte le questioni aperte


    Ieri pomeriggio audizione dell’assessore Migliaccio in commissione urbanistica AVERSA – Finalmente, ieri, giovedì, un primo passaggio di buona trasparenza istituzionale sul Puc che, di qui a poco meno di un anno e mezzo, il comune di Aversa, al pari di tutti gli altri comuni della Campania, che sono ancora rimasti al palo dovrà realizzare ed […]

    Nella foto Sagliocco, Migliaccio e Galluccio

    Ieri pomeriggio audizione dell’assessore Migliaccio in commissione urbanistica

    AVERSA – Finalmente, ieri, giovedì, un primo passaggio di buona trasparenza istituzionale sul Puc che, di qui a poco meno di un anno e mezzo, il comune di Aversa, al pari di tutti gli altri comuni della Campania, che sono ancora rimasti al palo dovrà realizzare ed approvare.

    L’assessore all’urbanistica Ninì Migliaccio ha partecipato alla riunione della commissione urbanistica, che ha ripreso a funzionare da un paio di settimane, dopo il lungo stallo legato alla nota vicenda della surroga del consigliere comunale dimissionario di Sel, Morra.

    Pochi elementi, ma sicuramente significativi, sono stati messi sul tappetto. Partiamo dai fondamentali: ad Aversa non potranno essere costruite più di 800 nuove unità abitative. Sulla carta, il plafond sarebbe di 1300, ma 300 di queste se le sono già “fumate” le varie operazioni, realizzate in questi ultimi anni con le varianti al Prg vigente, ai cambi di destinazione d’uso ecc…

    Da circa mille si scende poi ad 800 per effetto del calo demografico che abbassa significativamente gli indici che ha subito la città Normanna negli ultimi tempi.

    Molto spazio, durante la riunione, hanno avuto anche le ragioni, ormai storiche, dei proprietari dei cosiddetti lotti interclusi, che furano esclusi dal Prg vigente e a cui ora, soprattutto da parte dell’area che fa riferimento al consigliere Michele Galluccio si vorrebbe inserire nel nuovo ordinamento urbanistico in modo da favorire piccole costruzioni familiari, villette di abitazioni, non certamente con un connotato speculativo.

    E poi le zone G, quelle aree in cui si posso costruire immobili che esprimono servizi attinenti alla vocazione dell’area stessa. Pertinenze per le scuole, pertinenze sanitarie ecc.

    Inutile dire che questo sarà un argomento molto caldo, perché Giuseppe Sagliocco, il quale al tempo non era sindaco di Aversa, ma aspirava a diventarlo, proprio sulle zone G, ovviamente con il sostegno e l’impegno certosino di Casertace, imbastì una battaglia di legalità. Ovvio che su questa cosa noi saremo particolarmente vigili.

    Un’altra sollecitazione, che è venuta fuori durante la riunione di ieri della commissione urbanistica, sempre da parte di Michele Galluccio, ha riguardato l’auspicio per un impegno finalizzato a prevedere nel nuovo Puc aree di parcheggio, di cui Aversa, anche per effetto di alcune, recenti, scelte operate dall’amministrazione comunale, si sarebbe fortemente depauperata.

    Come si può leggere di carne al fuoco ce ne è parecchia. Casertace, che su questi argomenti, è sempre presente e che sono congeniali alle nostre corde professionali, piacevolmente coinvolte nell’attività di studio e di approfondimenti dei temi e dello sviluppo del territorio, facendo onore ancora una volta al suo nome c’è e ci sara.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 14 febbraio 2014 ALLE ORE 15:48