Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA – Elia Barbato l’assessore ai lavori pubblici che fa il direttore d’orchestra in un cantiere. Sagliocco si arrabbia e gli fa fare un “ricamino”


    Siamo rimasti incuriositi da un articolo uscito su Corriere di Caserta (per me si chiama così) in cui si narrava di un politico mister x. Siccome conosciamo gli usi e i costumi di quel giornale sulla pagina di Aversa, ecco l’interpretazione autentica dei fatti. Il cantiere è quella di via Torretta AVERSA – Non la […]

    Nella foto Barbato e Sagliocco

    Siamo rimasti incuriositi da un articolo uscito su Corriere di Caserta (per me si chiama così) in cui si narrava di un politico mister x. Siccome conosciamo gli usi e i costumi di quel giornale sulla pagina di Aversa, ecco l’interpretazione autentica dei fatti. Il cantiere è quella di via Torretta

    AVERSA – Non la mettiamo troppo complicata. Chi scrive conosce determinati meccanismi per averli dovuti tollerare al tempo in cui ha diretto quel giornale. Non voglio mettermi a fare l’esegesi dei meccanismi editoriali del Corriere di Caserta che oggi si chiama Cronache di Caserta, ma è chiaro che quando gli articoli di quel giornale rivestono un significato politico che va al di là, anzi non sfiora neppure l’esercizio di una normale attività giornalistica, qualcosa si deve pur scrivere. L’articolo a cui ci riferiamo è uscito alcuni giorni fa e narra la storia di un noto politico locale di cui, ovviamente, non viene fatto il nome (e poi non vi lamentate se accusano i giornali di questo territorio di fare tutto, ma proprio tutto, fuorché il giornalismo). Il politico in questione sarebbe stato avvistato su un cantiere di via Torretta a impartire direttive alle maestranze.

    Difficile comprendere quale sia la notizia. Ora capisco che il Corriere di Caserta non è più quello di Guarino, però messa così è proprio una non notizia, a meno che quella macchia di inchiostro che riempie un ingombro a due o a tre colonne, non abbia un’altra funzione, o meglio la funzione che hanno avute decine e decine di articoli, scritti su questo giornale, sin dai miei tempi, e per i quali il sottoscritto cominciò a litigare di brutto con il dominus.

    La funzione è quella di essere strumento nelle mani dei potenti locali. Prima era il giornale di Nicola Golia, contro Sagliocco, ora è il giornale di Sagliocco, a maggior ragione ora che è diventato scudiero di Paolo Romano e solo in subordine dell’ottimo Golia.

    Ergo: siccome con il giornalismo non c’azzeccava nulla, è stato eterodiretto da ambienti collegati a Sagliocco. Ma siccome gli aversani, pur avendo capito tutto, ci sono rimasti male, noi che non dobbiamo difendere nessun politico vi sveliamo il nome di questo mister x: si tratta di Elia Barbato.

    Ora si che è una notizia!! Elia Barbato è l’assessore ai lavori pubblici, e se viene aditato come colui che fa il direttore d’orchestra su un cantiere privato, per di più contestato da molti residenti di via Torretta, che denunciano difformità, allora c’è qualcuno che al giornale di Paolo Romano e di Peppe Sagliocco lo ha suggerito.

    Ergo al quadrato: il sillogismo si chiude con l’ineluttabile definizione del quadro. Al sindaco Sagliocco questa storia di Barbato sul cantiere non è piaciuta. I due si guardano in cagnesco sin dall’inizio di questa sindacatura e l’episodio raccontato è un ulteriore dimostrazione di questa tensione.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 5 dicembre 2013 ALLE ORE 17:18