Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Aversa – Cella “il pellegrino”: gira di qua e di là alla ricerca del proprio ego politico. Ultimo tentativo (abortito) con il nuovo Psi


      Il competitor di Sagliocco, titolare di un indubbio successo elettorale, ha scelto una strada minimalista, funzionale a un temperamento che non è certo quello del leader carismatico e del trascinatore di folle   Aversa – Che fine ha fatto Salvino Cella? Il suo evidente successo elettorale non gli ha fatto montare la testa. Evidentemente non […]

    Nelle foto, da sinistra, Salvino Cella e Giuseppe Sagliocco

     

    Il competitor di Sagliocco, titolare di un indubbio successo elettorale, ha scelto una strada minimalista, funzionale a un temperamento che non è certo quello del leader carismatico e del trascinatore di folle

     

    Aversa – Che fine ha fatto Salvino Cella? Il suo evidente successo elettorale non gli ha fatto montare la testa. Evidentemente non si sente un trascinatore di folle, non si sente un leader, non si sente un predestinato. Si sente, invece, una persona molto pragmatica, che può stare tranquillamente in seconda fila, a patto che la politica gli offra la possibilità di partecipare a determinati processi un pò più concreti, più materiali.

    Da consigliere provinciale di minoranza, non si segnalano suoi interventi in contrasto alle politiche del presidente Zinzi e della sua giunta. Da consigliere comunale di opposizione ad Aversa, non si segnalano polemiche e confutazioni rispetto a quello che il suo competitor Sagliocco sta attuando.

    Cella sta lì e dopo essere uscito da Italia Dei Valori, si dice che cerchi una collocazione. Ma lo fa con calma, senza agitarsi più di tanto. Ha parlato con Zinzi e l’Udc, ma non ha “quagliato”. Pare che gli sia balenato l’estro anche di collocarsi ancor più organicamente nell’area Sagliocco, magari associandosi a Noi Aversani. La novità di questi giorni è che ha avuto un abboccamento anche con il nuovo Psi e con Massimo Grimaldi. Abortito.

    Quale sarà il destino politico di Salvino Cella? Fino a tre mesi fa, l’interrogativo destava significativo interesse, ora, decisamente meno. Ma a Cella, questo, probabilmente, fa anche piacere.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 10 ottobre 2012 ALLE ORE 19:34