Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA – Appalto per p.co Pozzi, duello all’ultimo sangue tra Della Gatta e Sagliocco, che nomina un avvocato da 13 mila euro


          In calce all’articolo, il link con il testo integrale della delibera AVERSA – Attorno alla notizia principale, ci sono da sempre delle subordinate interessanti. Prendete questa cosa di cui ci stiamo occupando dall’estate scorsa, del mega appalto per la riqualificazione del Parco Pozzi. Abbiamo scritto più volte che il Della Gatta, ex […]

     

     

    Nella foto, da sinistra, il sindaco Sagliocco e Nino Della Gatta

     

    In calce all’articolo, il link con il testo integrale della delibera

    AVERSA – Attorno alla notizia principale, ci sono da sempre delle subordinate interessanti. Prendete questa cosa di cui ci stiamo occupando dall’estate scorsa, del mega appalto per la riqualificazione del Parco Pozzi. Abbiamo scritto più volte che il Della Gatta, ex presidente dell’Unione industriali, non ha certo preso bene l’esito della gara stessa, che ha premiato un’impresa, se non andiamo errati di Villa di Briano, vicina alle simpatie di Michele Russo, imprenditore amicissimo del sindaco Giuseppe Sagliocco.

    Scorrendo il corpo della delibera di Giunta  n°6, approvata venerdì scorso e cioè il 10 gennaio scopriamo che quel poverello di Della Gatta ha partecipato alla gara con una cooperativa, precisamente la CO.GEST.SCARL, che essendo una cooperativa non dovrebbe neppure essere riconducibile a un nome solo e cioè a quello di Della Gatta, che non è un pincopalla qualsiasi nell’ambito dell’economia cementificatoria di questa provincia.

    In poche parole, Della Gatta propone ricorso al TAR, considerando fondamentalmente ingiusta, forse, addirittura, irregolare questa aggiudicazione, ma per la norma, per la legge non è Della Gatta a muoversi, ma una cooperativa, che dovrebbe essere uno strumento di impresa lontano anni luce dal modello interpretato dall’imprenditore di Gricignano, che ha una storia di fatturati e patrimonio tali da rendere il ricorso allo strumento cooperativo, una sorta di espediente, ma si sa com’è l’economia in questa provincia e soprattutto com’è nell’Agro aversano: non dice mai la verità, neanche per sbaglio.

    Fatta questa premessa vi diciamo che difronte all’azione di Della Gatta, che contesta non senza delle plausibili ragioni, l’esito della gara milionaria, il Comune si è costituito, naturalmente, non utilizzando il proprio ufficio legale a costo zero, ma preparando un bell’impegno di spesa di circa 13 mila euro, IVA e CPA compresi, a favore dell’avvocato amministrativista di Aversa, Antonio Lamberti.

    Tutti i dettagli sugli atti e i documenti chiesti da Della Gatta, sulle modalità della costituzione del Comune davanti al TAR, li potete leggere qui sotto cliccando sul link.

     

    Gianluigi Guarino 

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA N°6 DEL 10 GENNAIO 2014

     

     

    PUBBLICATO IL: 14 gennaio 2014 ALLE ORE 12:38