Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    E Rauso diventa reporter. In 12 foto la vergogna delle strade di SANTA MARIA CAPUA VETERE


      Riceviamo e pubblichiamo la nota scritta da Gaetano Rauso. Il consigliere sammaritano denuncia lo stato allarmante del manto stradale di diverse vie della città del foro e chiede l’impiego dei proventi dei verbali per effettuare i lavori di riparo Le continue segnalazioni di cittadini stufi di una situazione intollerabile, peraltro constatata personalmente  e le […]

    Nella foto Gaetano Rauso

     

    Riceviamo e pubblichiamo la nota scritta da Gaetano Rauso. Il consigliere sammaritano denuncia lo stato allarmante del manto stradale di diverse vie della città del foro e chiede l’impiego dei proventi dei verbali per effettuare i lavori di riparo

    Le continue segnalazioni di cittadini stufi di una situazione intollerabile, peraltro constatata personalmente  e le sciocche risposte di chi dovrebbe evitare che si verificassero simili disagi, mi inducono a  denunciare lo stato di grave dissesto in cui versano le strade della nostra città.  Nemmeno nei paesi più degradati della provincia di Caserta si può constatare uno stato di degrado così evidente. Nonostante da poco tempo siano state ripavimentate molte arterie cittadine, vi sono ancora molte strade  che sono quasi impraticabili per la presenza di moltissime buche che costituiscono un pericolo per la pubblica e privata incolumità.

    Gli automobilisti sono costretti a vere e proprie manovre di destrezza per evitare di precipitare nelle tante voragine presenti nel manto stradale. L’elenco di queste strade è lunghissimo e sarebbe impossibile pubblicare le foto di quelle che non consentono una circolazione regolare o  interessate da cedimenti strutturali che presagiscono un imminente collassamento. Gli esempi più lampanti e sotto gli occhi di tutti si registrano, in via della Valle, Via Consiglio d’Europa, via Vittorio Emanuele, via Merano,via Santella, via De Gasperi, via Avezzana,Via Pratilli, via Fardella, Via Donizzetti, Via del Lavoro, Via Verdi, ecc….

    I danni che subiscono gli autoveicoli o le persone che finiscono nelle vere e proprie voragini che esistono nelle strade e sui marciapiedi cagionano gravi danni all’erario. Potrebbero ben essere destinati alla riparazione delle malmesse strade i proventi dei verbali per le infrazioni al Codice della Strada o gli oneri di urbanizzazione(ma li versano?) Si è pensato a mettere i paletti in via Mazzocchi, spendendo circa 90.000 €uro ed impedendo una sosta temporanea a chi ancora vuole comprare qualcosa in quei negozi abbandonati a se stessi: Si sono sperperati decine di migliaia di €uro senza che ci sia una manutenzione per quei paletti o  pseudo arredi urbani già in gran parte divelti.. Si è creato il senso unico in via G. Paolo I° ed in via Galatina, mentre con quei soldi si sarebbe potuto rifare il manto stradale di molte vie, ormai impraticabili. Invece di pensare alle urgenze, si è portato avanti, in modo clientelare, il progetto di rifacimento di strade che potevano essere aggiustate con interventi parziali e ci si è scordati , invece, di rifare quelle che sono veramente pericolose per la pubblica incolumità.

    Nella foto le strade dissestate indicate da Rauso

    Non è possibile che non si tenga conto della responsabilità del dirigente proposto alla manutenzione delle strade o del Comando Vigili. Per quanto riguarda la strada di collegamento tra via Della Valle e via Santella mi è stato risposto da chi non capisce la differenza tra strada privata e quella di uso pubblico, che essa non è stata acquisita al patrimonio comunale, quindi non può essere aggiustata. Però  si continua a tenerla aperta ed a mettere a rischio l’incolumità degli automobilisti e dei pedoni che transitano in una strada di fondamentale importanza per la circolazione ove  il traffico è deviato in quanto le altre sono a senso unico.

    Gaetano Rauso

     

    Nella foto le strade della città del foro

    PUBBLICATO IL: 26 marzo 2013 ALLE ORE 11:42