Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CONVENZIONE PD – Ecco i risultati di 14 comuni. Renzi prevale quando non è rappresentato da Picierno, Caputo e Marino. LA NOSTRA RIFLESSIONE


          Questa la tendenza dei primi numeri. Si profila, dunque,una convenzione provinciale con rapporti di forza differenti fra le due aree principali   CASERTA – La differenza dei voti espressi tra le elezioni per il nuovo segretario provinciale del PD e quelli relativi all’elezione dei 300 componenti della convenzione provinciale, che, giovedì prossimo […]

     

     

     

    Nella foto, da sinistra, Pina Picierno, Carlo Marino, Nicola Caputo.

    Questa la tendenza dei primi numeri. Si profila, dunque,una convenzione provinciale con rapporti di forza differenti fra le due aree principali

     

    CASERTA – La differenza dei voti espressi tra le elezioni per il nuovo segretario provinciale del PD e quelli relativi all’elezione dei 300 componenti della convenzione provinciale, che, giovedì prossimo dovrà eleggere a sua volta i sei componenti che rappresenteranno il partito di Caserta nella convenzione nazionale, chiamata a ridurre a soli due candidati la contesa per la Segreteria nazionale, che si terrà l’8 dicembre con il voto popolare di tesserati e non tesserati, dicevamo, questa differenza non è solamente determinata da un’affluenza nettamente inferiore, ma anche da un connotato politico ben preciso: quando in campo scende Renzi e si vota per Renzi o per Cuperlo direttamente, allora il sindaco di Firenze prevale anche a Caserta, così come dimostrano questi primi dati relativi a 14 comuni ; quando, al contrario, come è successo nel voto per il nuovo segretario provinciale, a scendere in campo sono i rappresentanti di Renzi sul territorio, e cioè Nicola Caputo, Carlo Marino e Pina Picierno, allora anche gli ammiratori, le ammiratrici, gli estimatori e le estimatrici del sindaco di Firenze non votano i suoi candidati. Questo significa che Renzi già oggi ha un problema, destinato ad amplificarsi in futuro, quando, all’indomani dell’8 dicembre, diventerà Segretario nazionale del partito, con una percentuale che si dovrebbe aggirare sul 60% a fronte di un 40% che i sondaggi attribuiscono a un Cuperlo, segnalato in rimonta. Quando c’è da votare Renzi, i casertani lo fanno senza problemi, quando Renzi, al contrario si impersona nelle figure improbabili della Picierno, di Caputo e di Marino, la musica cambia, dato che la Picierno, Marino e Caputo sono titolari di una storia personale e politica assolutamente in antitesi con quella che rappresenta l’essenza testimoniale del messaggio del politico toscano. Renzi parla, infatti, di meritocrazia, di bipolarismo reale e , automaticamente, di lotta senza confine al trasformismo. Renzi parla di meritocrazia, del valore della preparazione politica, ma prima ancora della preparazione culturale.

    Domandina: c’è una sola delle persone che stanno leggendo o leggeranno questo articolo in grado di affermare che, con tutto il rispetto, Pina Picierno, Carlo Marino e Nicola Caputo sono l’incarnato di questa essenza testimoniale?

    Fatta la riflessione aspettiamo i dati definitivi, per capire come sarà definita la convenzione provinciale che, però, a quanto pare, per effetto del voto di ieri dovrebbe fondarsi su rapporti di forza diversi e fondamentalmente ribaltati rispetto a quelli dell’Assemblea provinciale.

    Gianluigi Guarino

    QUI SOTTO I DATI DEL VOTO DI IERI NELLE VARIE SEZIONI DEL PD RELATIVO A 14 COMUNI

     

    CIRCOLO DI MARCIANISE

    RISCONTRO DEI VOTANTI E DELLE OPERAZIONI DI SCRUTINIO
    Votanti n. __ 715
    Schede valide ___ 715
    Schede non valide ___ 0
    Contestate _ 0

    Totale schede votate _ 715

    Hanno ottenuto voti le seguenti liste:

    CANDIDATO LISTA VOTI
    GIANNI CUPERLO  409

    CANDIDATO LISTA VOTI
    MATTEO RENZI  202

    CANDIDATO LISTA VOTI
    GIANNI PITTELLA  68

    CANDIDATO LISTA VOTI
    PIPPO CIVATI  36

    TOTALE VOTI VALIDI 715
    – CIRCOLO DI SANT’ARPINO

    GIANNI CUPERLO 210

    MATTEO RENZI 92

    Quindi 3 vanno a Cuperlo, 1 a Renzi
    – CIRCOLO VILLA LITERNO

    GIANNI CUPERLO 83

    MATTEO RENZI 106

    GIANNI PITTELLA 25

    PIPPO CIVATI  0
    SANTA MARIA C. V.

    GIANNI CUPERLO 225

    MATTEO RENZI 155

    GIANNI PITTELLA 67

    PIPPO CIVATI 6

    quindi delegati:

    6 GIANNI CUPERLO

    4 MATTEO RENZI

    2 GIANNI PITTELLA
    CESA:

    CUPERLO 38

    RENZI 57

    PITTELLA 20
    CAIAZZO:

    CUPERLO 20.

    RENZI 18

    PITTELLA 7
    MADDALONI:

    RENZI 150

    CUPERLO120

    PITTELLA  24

    CIVATI 6

     

    MACERATA CAMPANIA

    CUPERLO 86

    RENZI 66

    PITTELLA 49
    SANTA MARIA A VICO:

    CUPERLO 114

    RENZI 65

    CIVATI 33

    PITTELLA 16

    DELEGATI:
    GIANNI CUPERLO 7

    MATTEO RENZI 4

     

    PIPPO CIVATI 2

    GIANNI PITTELLA 1
    Caserta:

    RENZI 247
    CUPERLO 149
    PITTELLA 88
    CIVATI 10
    CASERTA. SEGGI:
    RENZI 10
    CUPERLO 6
    PITTELLA 3
    VAIRANO VOTI:

    RENZI 16

    CUPERLO 14

    PITTELLA 6

    DELEGATI:

    RENZI 1

    CUPERLO 1
    CAPODRISE

    80 RENZI

    70 CUPERLO

    35 PITTELLA

    15 COVATI —

    CERVINO

    CUPERLO 8

    10 RENZI

    15 PITTELLA –

    PIETRAMELARA

    CUPERLO 4

    RENZI 1°

    PITTELLA 11

    CIVATI 13

    PUBBLICATO IL: 18 novembre 2013 ALLE ORE 11:43