Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Che siparietto alla cena per Alemanno. Berlusconi abborda Landolfi: “Caro Mario mi dispiace, ma non è stata colpa mia”


    E’ successo ieri sera, giovedì, a Roma    CASERTA – Mario Landolfi è un politico navigato. E sa bene che l’epurazione degli ex An, realizzata alle scorse elezioni politiche è stata determinata dal volere di Silvio Berlusconi, che non ha apprezzato certo alcune iniziative che nell’ultimo autunno avevano messo intorno ad alcuni tavoli proprio i rappresentanti […]

    Nelle foto, da sinistra, Mario Landolfi e Silvio Berlusconi

    E’ successo ieri sera, giovedì, a Roma 

     

    CASERTA – Mario Landolfi è un politico navigato. E sa bene che l’epurazione degli ex An, realizzata alle scorse elezioni politiche è stata determinata dal volere di Silvio Berlusconi, che non ha apprezzato certo alcune iniziative che nell’ultimo autunno avevano messo intorno ad alcuni tavoli proprio i rappresentanti del Pdl provenienti dall’esperienza di Alleanza Nazionale che, considerando il cavaliere ormai fritto a puntino, ipotizzavano nuovi scenari e nuove prospettive.

    Ma essere navigato significa pure che si è in grado di capire e contemporaneamente si è in grado di far finta di non capire. E allora, quando ieri sera, giovedì nella maxi cena elettorale organizzata a sostegno della ricandidatura di Gianni Alemanno a sindaco di Roma, Berlusconi gli si è avvicinato con il suo sorriso d’ordinanza, Landolfi ha ricambiato e gli ha steso la mano.

    “Ciao Mario – ha detto il Cavaliere al suo ex ministro – come vanno le cose?”. ” Vanno – gli ha risposto Landolfi – che le stagioni della politica non sono tutte eguali, ma la politica si continua a fare al di là dei ruoli”.

    Berlusconi ha incassato con eleganza e ha controbattuto: “Mario, la tua mancata candidatura non è colpa mia. Hanno deciso tutto loro”.

    Ovviamente Landolfi non ha detto a Berlusconi che lui non ci credeva, ma gli ha stretto la mano, incassando un “non ti preoccupare, sarai risarcito”. E così è finito il siparietto, il quale ci rende visibile un’evidenza: Mario Landolfi anche se trombato, mantiene un profilo politico che gli consente ancora oggi di ottenere almeno il riguardo formale del leader del centro destra.

    Altri seppur parlamentari questo profilo non lo hanno e Berlusconi a stento conosce il loro nome.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 17 maggio 2013 ALLE ORE 19:21