Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASTEL VOLTURNO – Voragini nel soffitto della media Garibaldi, il Pd accusa il Comune: “I fondi c’erano, ma l’Ente non ha fatto richiesta”


        COMUNICATO STAMPA – A denunciare il caso il segretario locale dei democratici Scialla   CASTEL VOLTURNO - Da qualche giorno i genitori degli alunni che frequentano la scuola media “G. Garibaldi” sono molto allarmati perché hanno avuto notizia del cedimento di parti di intonaco del soffitto di un’aula a causa di infiltrazioni d’acqua […]

    Nella foto, Peppe Scialla

     

     

    COMUNICATO STAMPA – A denunciare il caso il segretario locale dei democratici Scialla

     

    CASTEL VOLTURNO - Da qualche giorno i genitori degli alunni che frequentano la scuola media “G. Garibaldi” sono molto allarmati perché hanno avuto notizia del cedimento di parti di intonaco del soffitto di un’aula a causa di infiltrazioni d’acqua piovana.
    Complessivamente, la condizione in cui versa l’edificio scolastico non è delle più tranquillizzanti: oltre al crollo appena citato, lo stato manutentivo dell’immobile lascia molto a desiderare. Questa situazione genera un’ansia inaccettabile se pensiamo all’incolumità dei nostri ragazzi e a quello, non meno importante, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico che opera all’interno della scuola.
    E’ vero, le finanze comunali dissestate e ridotte all’osso non consentono interventi radicali e definitivi. Da anni si tira a campare con rappezzi qua e là ed interventi alla bisogna che, tra un’emergenza e l’altra, permettono di risolvere soltanto temporaneamente il problema.
    Certo, se il Comune di Castel Volturno potesse attingere a fondi regionali, statali od europei probabilmente potrebbe realizzare un intervento di totale riqualificazione degli edifici scolastici. Ebbene, l’amara constatazione è che i finanziamenti per mettere in cantiere subito degli interventi c’erano ma il Comune di Castel Volturno non ne ha fatto alcuna richiesta!
    Stiamo parlando dei finanziamenti per 150 milioni di euro complessivi che il Governo Letta ha messo a disposizione nel decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013 (il cosiddetto “decreto del fare”) – per la “riqualificazione e messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche”.
    Questo decreto, fin da giugno scorso, ha dato la possibilità alle amministrazioni di Comuni e Province, fino al 15 settembre 2013, di presentare progetti per finanziare gli interventi. Alla Regione Campania, delegata dal Governo a ricevere le istanze in questione, sono arrivati ben 344 progetti ma nessuno di questi è pervenuto dall’amministrazione straordinaria del Comune di Castel Volturno, nonostante avesse la possibilità di presentarne per due differenti plessi scolastici.
    Se ciò fosse successo in una situazione in cui nell’ amministrazione comunale si fossero confrontate politicamente maggioranza ed opposizione, sarebbe stato gioco facile per quest’ultima denunciare pubblicamente le omissioni della compagine di governo. E’ solo che a Castel Volturno non è possibile farlo perché l’amministrazione comunale è retta da funzionari dello Stato: i Commissari Straordinari.
    Stanti così le cose, è straordinariamente avvilente che ciò sia potuto accadere nel silenzio generale. Un silenzio che per questa, ma anche per altre vicende come quelle, ad esempio, dell’Accordo di Programma, del dissesto finanziario, della raccolta dei rifiuti solidi urbani, del PUC, dei contributi al Consorzio di Bonifica, del porto turistico e via discorrendo, nasconde ai cittadini di Castel Volturno ciò che avviene e, soprattutto, ciò che non avviene dietro le pareti dell’edificio comunale.
    Ci auguriamo che le ragioni di quanto è successo siano portate presto a conoscenza dei cittadini castellani; il loro diritto di affidarsi alle istituzioni e a chi le rappresenta non deve più essere mortificato.
    Castel Volturno, 11 novembre 2013.
    Partito Democratico di Castel Volturno, Il segretario Giuseppe Scialla

    PUBBLICATO IL: 11 novembre 2013 ALLE ORE 17:43