Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASTEL VOLTURNO fiuta aria di elezioni, Rocco Russo: “Mi ritiro”. Villano: “Purtroppo non c’è ricambio generazionale”


        Dopo la disfatta di Zinzi junior i seguaci di Casini non hanno ancora un segretario. Sezione chiusa e… di Massimiliano Ive CASTEL VOLTURNO – Cominciamo a scrivere da oggi qualche notizia di politica in attesa che in città si riscaldino i motori per la futura campagna elettorale. Ebbene, con ogni probabilità per i cosiddetti […]

     

    Nelle foto, Rocco Russo e Arturo Villano

     

    Dopo la disfatta di Zinzi junior i seguaci di Casini non hanno ancora un segretario. Sezione chiusa e…

    di Massimiliano Ive

    CASTEL VOLTURNO – Cominciamo a scrivere da oggi qualche notizia di politica in attesa che in città si riscaldino i motori per la futura campagna elettorale. Ebbene, con ogni probabilità per i cosiddetti comuni delle Tre C, Casal Di Principe, Casapesenna e Castel Volturno, i cui consigli comunali sono stati sciolti per infiltrazioni camorristiche, appena un anno fa, si dovrebbe tornare alle urne nella prossima tarda primavera. In effetti se ai commissari di governo saranno concesse le proroghe semestrali, i cittadini di Castel Volturno, Casal di Principe e Casapesenna saranno chiamati a scegliere il sindaco non prima del prossimo primo semestre 2014.

    Inauguriamo la nostra rubrica politica con una notizia che ci giunge dall’Udc di Castel Volturno. Rocco Russo, storico esponente della Democrazia Cristiana prima e poi del partito di Casini, dopo la disfatta di Zinzi junior in città, ha deciso di ritirarsi a vita privata e di lasciare la “politica attiva”: “Abbiamo una sezione chiusa, ferma, non si è saputo più nulla dal giorno delle elezioni politiche, quindi non abbiamo ancora un segretario. Intendo non impegnarmi più personalmente in politica, ma resto a disposizione dei giovani che vogliono intraprendere questo cammino e che siano artefici della ricostruzione  di un partito che ha bisogno di riorganizzarsi in città“.

    Al riguardo abbiamo ascoltato anche Arturo Villano, un giovane in vista del partito di Casini, per comprendere quale sarà il futuro di questo schieramento in vista delle prossime elezioni. “Per presentare agli elettori una nuova classe dirigente, una nuova classe amministrativa e politica in città occorre che questa sia messa in condizione di lavorare. Investire nei giovani significa che gli stessi devono essere impegnati e formati giorno per giorno. Questo non è mai stato fatto in loco. Oggi, a Castel Volturno non vedo nessuno, tra i giovani che può scendere in campo e proporre un distacco netto con la vecchia classe politica che non è stata all’altezza di amministrare questo territorio. Per quanto concerne l’Udc - conclude Villano – attendiamo il prossimo congresso regionale“.


    PUBBLICATO IL: 10 luglio 2013 ALLE ORE 18:20