Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASTEL VOLTURNO, AD UN ANNO DAL VOTO – Luise junior pronto a correre da solo con una lista di giovani professionisti. Attacco alla vecchia classe politica e ai ragazzi “improvvisati”


      L’imprenditore analizza lo scenario politico locale e aggiunge: “Se devo candidarmi per sostenere ragazzi irrealizzati nella professione che vedono il Comune come la Terra Promessa, resto a casa”. CASTEL VOLTURNO – Prosegue il nostro viaggio tra le probabili candidature e scese in campo di esponenti della società civile e del mondo politico locale in vista […]

    Nella foto, Antonio Luise

     

    L’imprenditore analizza lo scenario politico locale e aggiunge: “Se devo candidarmi per sostenere ragazzi irrealizzati nella professione che vedono il Comune come la Terra Promessa, resto a casa”.

    CASTEL VOLTURNO – Prosegue il nostro viaggio tra le probabili candidature e scese in campo di esponenti della società civile e del mondo politico locale in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno.

    Stamane, martedì abbiamo avuto un confronto telefonico con il giovane imprenditore Antonio Luise, al quale abbiamo chiesto subito se era intenzionato a candidarsi. Lui ha subito sgombrato il campo da ogni dubbio: “Non sono schierato e non mi schiererò con e in nessun partito… se ragioniamo attorno ad una lista civica di giovani e di professionisti seri che intendono lavorare per Castel Volturno, allora io sto a disposizione, altrimenti preferisco restare a casa e dedicarmi al mio lavoro, quello di agente immobiliare”.

    Luise tra le altre cose risulta essere anche molto critico nei confronti della vecchia classe politica e rispetto a quei giovani che non riuscendo a realizzarsi nel lavoro e nella vita, poi si improvvisano quali candidati allo sbaraglio, pronti a salire sul carro del vincitore, quindi sul Comune galvanizzato da un dissesto finanziario. Luise attacca quel malcostume locale teso ad idealizzare e considerare il Municipio il luogo in cui si realizzano le proprie aspettative (la Terra Promessa).

    Mi stanno contattando numerose persone, ma non digerisco il fatto che esponenti che militano nei partiti e nel mondo politico locale, i quali, a loro volta hanno amministrato Castel Volturno e detto, quindi, la loro in politica, senza produrre nulla… continuano a proporsi o a schierarsi al fianco di o a stare dietro le quinte. Finché lo scenario politico sarà questo preferisco dedicarmi al mio lavoro”.  Poi un passaggio sui giovani: “Non è possibile che ragazzi che si affacciano in politica, che non hanno costruito nulla nella loro vita privata, che non sono riusciti a realizzarsi con il proprio lavoro o con la propria professione, poi intendono gestire un comune che sarà difficile da governare. Per il momento io sono presidente del gruppo I Love Baia Verde e mi sono impegnato nell’associazionismo, ma le ribadisco non mi candiderò in nessuno partito. Se ci saranno delle fattibili premesse politiche e programmatiche, intendo invece “correre” da solo in una lista civica di giovani professionisti che si presenterà all’elettorato senza prefigurarsi alleanze particolari. Se poi vinciamo, vinciamo da soli… se perdiamo, perdiamo da soli“.

     

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 22 ottobre 2013 ALLE ORE 10:47