Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASTEL VOLTURNO, AD UN ANNO DAL VOTO – Gatta promoter di un movimento civico che sarà inaugurato il 31 ottobre. Boccone junior: “Alle amministrative mi candiderò”


    Il nuovo schieramento castellano valuterà le candidature secondo il codice etico della commissione parlamentare antimafia. Nel suo organico circolano già numerosi adepti fuoriusciti da Ri-generazione. Il figlio dell’ex assessore al Demanio, invece, sta valutando ancora a quale gruppo aderire CASTEL VOLTURNO – Quando abbiamo appreso la notizia della costituzione di un nuovo movimento civico a Castel […]

    Nelle foto, da sinistra, Valerio Boccone e Vincenzo Gatta

    Il nuovo schieramento castellano valuterà le candidature secondo il codice etico della commissione parlamentare antimafia. Nel suo organico circolano già numerosi adepti fuoriusciti da Ri-generazione. Il figlio dell’ex assessore al Demanio, invece, sta valutando ancora a quale gruppo aderire

    CASTEL VOLTURNO – Quando abbiamo appreso la notizia della costituzione di un nuovo movimento civico a Castel Volturno abbiamo pensato: ci risiamo, un altro gruppo politico che non sa dove andare e con chi allearsi. Invece, approfondendo le nostre verifiche giornalistiche e la nostra analisi abbiamo compreso che dietro a questo progetto che si sta realizzando, in quanto all’orizzonte ci sono le elezioni per le amministrative, c’è qualcosa di concreto e di consistente anche.

    In effetti il prossimo 31 ottobre sarà inaugurato il nuovo gruppo civico di cui uno dei promotori è l’ex responsabile politico di Fli, Vincenzo Gatta.

    In questo progetto politico già si configurerebbero alcuni ex adepti del comitato Ri-generazione di Castel Volturno.

    Informandoci meglio sui contenuti programmatici di questo movimento abbiamo appreso proprio da Vincenzo Gatta che c’è l’intenzione di cominciare a percorrere un cammino che conduca, poi, alla formazione di 1 o 2, forse anche 3 liste da aggregare di conseguenza ad uno schieramento che rispecchi i punti programmatici del movimento civico in questione. “Per le candidature  – ha sottolineato Gatta – si ricorrerà al codice etico e normativo sancito dalla commissione parlamentare antimafia. In una città più volte sciolta per infiltrazioni camorristiche, sarà chiesto agli esponenti del movimento di non avere precedenti o situazioni che possano ledere ulteriormente l’immagine e gli assetti politici di un gruppo che intende presentarsi ai cittadini per poter amministrare Castel Volturno nel modo più chiaro e trasparente possibile”.

    Per il candidato sindaco, invece, fa sapere sempre Gatta si utilizzerà il sistema di scelta delle Primarie.

    Stamane, poi, abbiamo cercato di comprendere cosa farà, anche il figlio del compianto assessore Antonio Boccone, Valerio. Il rampollo di casa Boccone rispondendo alle nostre domande ha precisato che sicuramente lui scenderà in campo, quindi concorrerà alle prossime elezioni amministrative, anche se al momento, nonostante le varie proposte di adesione a liste e partiti politici, non si sente ancora convinto a che gruppo appartenere. “Quello che posso dire – ha ribadito a Casertace – metterò a disposizione il mio bagaglio culturale caratterizzato da esperienze acquisite nel comparto ambientale presso il ministero dell’Ambiente e altri enti nazionali e internazionali. Avrò un occhio di riguardo per i temi storici affrontati dalla mia famiglia, quali il Demanio e lo sversamento dei rifiuti tossici, nonchè per le periferie di Destra Volturno e Pescopagano. Qualcosa personalmente ho contribuito a realizzare: vedi i casi del palazzetto dello Sport, campo sportivo e via discorrendo“.  

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 17 ottobre 2013 ALLE ORE 12:32