Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA/ Si aggrava il passivo del consuntivo 2011: da 21 a 22 milioni e 700 mila euro


      Domani pomeriggio, il consiglio comunale lo approverà. Si attendono le mosse del consiglieri Cobianchi dopo le precisazioni dell’assessore Spirito sulla relazione tra consuntivo e debiti fuori bilancio. L’ultima sforbiciata dei  revisori sui residui attivi ha fatto crescere di 1 milione e mezzo di euro il disavanzo.   CASERTA – Non sappiamo se il consigliere […]

    Nella foto Spirito e Cobianchi

     

    Domani pomeriggio, il consiglio comunale lo approverà. Si attendono le mosse del consiglieri Cobianchi dopo le precisazioni dell’assessore Spirito sulla relazione tra consuntivo e debiti fuori bilancio. L’ultima sforbiciata dei  revisori sui residui attivi ha fatto crescere di 1 milione e mezzo di euro il disavanzo.

     

    CASERTA – Non sappiamo se il consigliere comunale di opposizione Cobianchi riproporrà, come ha già fatto in commissione bilancio, la sua posizione relativa alla non veridicità di un bilancio consuntivo che non contenga i debiti fuori bilancio, relativo all’anno 2011.

    Avendo seguito, in splendida solitudine, questa vicenda, abbiamo anche avuto la possibilità di far conoscere la posizione dell’assessore al bilancio Spirito, in verità avallata anche da una medesima posizione espressa dalla presidente del collegio dei revisori dei conti, il quale Spirito afferma, anche sulla scorta di una parere ricevuto dal ministero, che un debito fuori bilancio è tale solo quando viene riconosciuto con un voto dal consiglio comunale.

    Per il resto non ci dovrebbero essere sorprese, ne defezioni, neanche da parte di quei gruppi di consiglieri che da tempo sono in sofferenza per una verifica e un rimpasto che chiedono e non riescono ad ottenere.

    L’ultimo dato, quello ufficiale del passivo, dopo gli ultimi interventi e le ultime sforbiciate, soprattutto sul fronte dei residui attivi, da parte dei revisori dei conti, attesta il passivo dai 21 milioni, di cui si parlava fino a qualche giorno fa, a 22 milioni e 700 mila euro.

    Centinaia di milioni di euro di residui attivi, centinai di milioni di euro di residui passivi. Ma questa è  un’altra storia, lunga, complicata e inquietante che i nostri lettori più affezionati ben conoscono e di cui torneremo a parlare.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 24 marzo 2013 ALLE ORE 18:58