Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA Scontro in consiglio comunale. Del Gaudio e Greco ritirano la delibera sulla polizia mortuaria. Corvino attacca: “Dilettanti”


    L’Udc con Del Rosso aveva presentato un emendamento. Tutto lasciava presagire che sarebbe stato accolto e votato dalla maggioranza. Ma quando Tresca ha presentato il suo, tutto si è bloccato. Il consigliere di Grande Sud: “Non si capisce se l’Udc è diventato un partito di opposizione o se il Pd è entrato in maggioranza” CASERTA […]

    Nella foto Greco, Corvino e Del Rosso

    L’Udc con Del Rosso aveva presentato un emendamento. Tutto lasciava presagire che sarebbe stato accolto e votato dalla maggioranza. Ma quando Tresca ha presentato il suo, tutto si è bloccato. Il consigliere di Grande Sud: “Non si capisce se l’Udc è diventato un partito di opposizione o se il Pd è entrato in maggioranza”

    CASERTA -Uno scontro duro con accenti polemici non convenzionali quello che si è consumato pochi minuti fa nel consiglio comunale di Caserta. Ancora una volta l’amministrazione comunale non ha dato un segnale di sicurezza e di capacità e di gestione della sua maggioranza e di come questa maggiornza debba muoversi nelle sedute consiliari.

    Si discuteva del nuovo regolamento di polizia mortuaria. La delibera presentata dall’assessore Greco è stata intaccata da un emendamento inserito dal consigliere comunale dell’Udc Luigi Del Rosso. Un emendamento che in un primo tempo sia il sindaco Del Gaudio che l’assessore Greco hanno dato l’impressione di voler assorbire e fare proprio. Tutto sembrava filare liscio quando  per il consigliere comunale del Pd Enrico Tresca ha presentato a sua volta un altro emendamento.

    Sembra una questione solamente formale, ma ha un significato politico profondo il fatto che, a questo punto, l’assessore Greco abbia deciso, clamorosamente, di ritirare la delibera. In poche parole l’azione dell’Udc è stata considerata speculare a quella del Pd. Per Greco e Del Gaudio questi sono dunque due partiti di opposizione, oppure la necessità di tenersi buoni Tresca e De Michele ha suggerito a Del Gaudio la strada del ritiro della delibera. Un’azione irrituale e piuttosto originale chje certo non fa fare una bella figura alla maggioranza come ha rimarcato nel suo duro intervento il consigliere comunale dio Grande Sud Pasquale Corvino, che di esperienza all’interno del parlamentino della città ne ha fatta a sufficienza da potere affermare, da parte nostra, che se si incazza il fatto deve essere piuttosto serio.

    “Stupisce - ha dichiarato Corvino durante la seduta – che l’assessore Greco assuma una responsabilità di tipo politico molto pesante che in pratica ridisegna il perimetro della maggioranza consiliare. Di solito, in questi casi, gli emendamenti si votano, e di solito viene approvato l’emendamento di un partito che se non è proprio parte integrante della maggioranza, si trova ancora all’interno di una compagine che ha avuto la legittimazione a governare dal popolo sovrano. Mettendo sullo stesso piano l’emendamento dell’Udc - prosegue Corvino – e quello del Pd significa o che l’Udc sta all’opposizione”.

    La conclusione di Corvino è parimente dura e poco incoraggiante per le prospettive della città:Se si portano le delibere in consiglio e poi si ritirano dopo 3 ore di discussione si dà alla città uno spettacolo deprimente, ma soprattutto si fa capire alla città che chi la dovrebbe governare ha il polso debole e questo, certamente, non fa bene ne a caserta ne ai casertani”.

    PUBBLICATO IL: 30 luglio 2013 ALLE ORE 20:06