Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Il sindaco caccia l’Udc. Nasce la maggioranza Del Gaudio-Ursomando-Corvino


      I 7 consiglieri di Zinzi, considerando scontata la loro emarginazione, si sono già incontrati per elaborare un piano che evidenzi la loro presenza e la loro proposta sui maggiori problemi della città. Tutto questo accade, mentre un altro Pdl, quello di Giuliano, chiede all’Udc il quarto assessore provinciale. Roba da camicia di forza   […]

    Nelle foto, da sinistra, Pio Del Gaudio, Edgardo Ursomando e Pasquale Corvino

     

    I 7 consiglieri di Zinzi, considerando scontata la loro emarginazione, si sono già incontrati per elaborare un piano che evidenzi la loro presenza e la loro proposta sui maggiori problemi della città. Tutto questo accade, mentre un altro Pdl, quello di Giuliano, chiede all’Udc il quarto assessore provinciale. Roba da camicia di forza

     

    CASERTA - Il Pdl continua ad essere un partito senza né testa, né coda. Da un lato, dopo che due mesi di Campagna elettorale ce ne avevano liberato, tornano i tormentoni sulla richiesta del quarto assessore provinciale, dall’altra il sindaco Del Gaudio si prepara a cacciare via l’Udc dalla maggioranza.

    Proprio quell’Udc a cui il Pdl chiede, in Provincia, il quarto assessore.

    Roba da camicia di forza, da sdoppiamento della personalità politica, da caravanserraglio della elaborazione a cui il coordinatore regionale Nitto Palma, non potrà non dare un minimo di serietà e di coerenza.

    Tanto è vero che a Palazzo Castropignano si prepara l’epurazione del partito di Zinzi, al punto che i 7 consiglieri comunali, che vi hanno aderito, si attrezzano per sviluppare una linea politica alternativa a questa amministrazione.

    Ieri, giovedì, si sono incontrati in una riunione, mettendo giù qualche idea, allo scopo di organizzare una presenza marcata nella città, attraverso convegni ed altre iniziative. Considerano scontato il mancato invito alla prossima riunione di maggioranza. Lo considerano scontato Acconcia, Ciontoli e gli altri 5 consiglieri, meno scontato lo valutiamo noi, in considerazione della labilità dei processi decisionali di un partito alla ricerca di se stesso.

    I conti, li abbiamo già fatti. Del Gaudio avrebbe una maggioranza, grazie alla campagna acquisti già chiusa con alcuni consiglieri di opposizione. Il primo di questi è Edgardo Ursomando, il quale farà finta di non essere organico alla maggioranza, ma mai e poi mai voterà una mozione di sfiducia. Fermo restando che la sua presenza fisica in Consiglio comunale non sarà neppure necessaria nelle tante seconde convocazioni, che da ora in poi, saranno l’unico format del parlamentino cittadino.

    Il secondo consigliere comunale di minoranza che non voterà più, eventualmente una mozione di sfiducia a Del Gaudio, sarà Pasquale Corvino.

    Dell’adesione alla maggioranza della new entry Bologna, abbiamo già scritto.

    Con questi tre Del Gaudio resta sindaco. Ma il suo destino dipenderà, appunto da 3 consiglieri comunali che i casertani hanno eletto come rappresentanti della minoranza e non della maggioranza.

    Come lo vogliamo chiamare? Lo chiamiamo come lo ha chiamato Del Gaudio, quando lo fece Petteruti: ribaltone compiuto dentro ad un mercato delle vacche.

    Gianluigi Guarino 

    PUBBLICATO IL: 1 marzo 2013 ALLE ORE 13:16