Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO E TUTTE LE FOTO, CASERTA – Il Puc non è più “cosa loro”. La Petrenga: “Al Plaza il primo evento di una serie”. Cutillo rilancia la conurbazione


    Grande folla, erano quasi mille, ad ascoltare il convengo sul piano urbanistico comunale della città di Caserta organizzato dal coordinamento cittadino del Pdl. Per l’occasione l’assessore regionale Taglialatela ha confermato l’erogazione di 5 milioni di euro per il Piu Europa CASERTA - È iniziato il conto alla rovescia per il PUC che dovrà essere presentato […]

    Grande folla, erano quasi mille, ad ascoltare il convengo sul piano urbanistico comunale della città di Caserta organizzato dal coordinamento cittadino del Pdl. Per l’occasione l’assessore regionale Taglialatela ha confermato l’erogazione di 5 milioni di euro per il Piu Europa

    CASERTA - È iniziato il conto alla rovescia per il PUC che dovrà essere presentato entro gennaio prossimo. Ieri sera, lunedì, al Plaza è stata fatta chiarezza non solo sui tempi, ma è emerso  anche che del PUC esiste solo una prospetto su cui lavorare secondo linee guida che sono state definite dalla normativa nel 2012.

    Tutto il preesistente viene messo in discussione dalla nuova ottica di azione strategica sui territori. Nell’incontro , promosso dalla coordinatrice cittadina del Pdl, la parlamentare Giovanna Petrenga , è emersa la necessità di ripensare Caserta come conurbazione, nel suo naturale alveo senza limiti e confini “ Esattamente come viene vissuta dalle generazioni più giovani- ha affermato l’architetto Cutillo- che si spostano lungo gli assi , a est e a ovest, per andare a Santa Maria come al Big , senza confini”.

    Rivolgendosi alla sala gremita di tecnici e di addetti ai lavori, Giovanna Petrenga ha aperto i lavori del convegno auspicando un iter, per la stesura del piano, dischiuso alla partecipazione e ai contributi di tutte le espressioni del territorio e che si concretizzi come  vera opportunità di sviluppo per Caserta. La Petrenga ha anche annunciato che questo era solo il primo dwei molti appuntamenti attraverso cui il Pdl casertano vuole accompagnare l’iter del Puc mediante un’interazione costante con l’amministrazione comunale e con l’ufficio di piano che recepirà la proposta progettuale dell’architetto Pica Ciamarra. Parole importanti quelle della Petrenga che in pratica apre un laboratorio di confronto, integrazione e di verifica con cui il Pdl di Caserta si confronterà, dialogherà e controllerà continuamente l’opera dell’amministrazione attiva

    In sala era presenta anche  l’assessore regionale all’urbanistica Marcello Taglialatela, il quale senza fronzoli ha annunciato che ieri mattina, è stato deliberato dalla Regione Campania un finanziamento di 5 milioni di euro per i Comuni inseriti nel Piu Europa e nel progetto Jessica, rivolto all’aggiornamento e alla formazione del settore dell’Urbanistica, nonché alla  valorizzazione e alla  riqualificazione del tessuto urbano con il  miglioramento della vivibilità e dell’integrazione sociale.

    Sempre  Taglialatela ha anche fatto cenno alla questione della Reggia rilanciando una proposta di legge della coordinatrice cittadina del Pdl, Giovanna Petrenga, presentata nella scorsa legislatura,sulla trasformazione della Reggia in Polo museale al fine di poter utilizzare tutte le entrate che , attualmente, vengono in larga parte versate al Ministero del Tesoro.

    Dopo l’intervento del sindaco Pio Del Gaudio che ha ribadito la propria disponibilità al confronto sul PUC, l’assessore provinciale Mancino ha evidenziato la necessità di ripensare  la città nella sua interezza, dal Macrico alle cave, dalla questione della Ztl  ai piani particolareggiati di San Leucio e di Casertavecchia.

    Non ha partecipato al convegno, pur avendo accettato di intervenire, Maria Carmela Caiola, rivendicando, la stessa, l’esclusività delle richieste di Italia Nostra da discutere nelle sole sedi istituzionali. A moderare l’incontro  la giornalista Francesca Nardi, la quale  ha coordinato gli interventi tecnici dell’architetto Patrizia Bottàro che, con il professore  Massimo Pica Ciamarra, sta lavorando alla stesura del PUC, dell’architetto Raffaele Cutillo che, con la sua filosofia urbanistica su una possibile visione della conurbazione, ha catturato l’attenzione della platea, del geologo Domenico Trovato e dell’architetto Flavia Belardelli.

    Interessante il momento delle interazioni con l’ing Vittorio Severino l’arch. Enrico de Cristofaro, presidenti degli ordini professionali, con  Gianfranco Tozza di Legambiente , e con l’arch. Dante Specchia del FAI. Confronti anche con l’ammiraglio Pio Forlani , che ha molto insistito sull’idea di conurbazione, e con il consigliere Cobianchi. Non è mancato il saluto del presidente dell’ANCE Gianluigi Traettino  dopo il presidente di Confindustria, Luciano Morelli. Tra le numerose presenze  l’ing Nino Della Gatta, ex presidente dell’unione industria; Mimmo Ovaiolo, direttore amministrativo dell’azienda ospedaliera S.Anna e S.Sebastiano.  il preside Luigi Suppa, l’arch. Beniamino Servino, la preside Adele Vairo, il dott. Anthony Acconcia, l’arch. Massimiliano Palmiero, consigliere comunale e l’avv. Rossella Calabritto.

    Tra i relatori assenti la prof. Jolanda Capriglione impegnata a Tokyo per una conferenza alla Bunka Gakuen University e l’avv. Giuseppe Ceceri a Roma per motivi professionali che hanno inviato i saluti all’assemblea e alla presidenza del convegno.

    Stefania Modestino

    PUBBLICATO IL: 4 giugno 2013 ALLE ORE 11:30