Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA Enzo D’Anna, che difende la Ucciero, blocca il rimpasto e dice a Del Gaudio: “Occorre una riflessione di tutto il partito. Anche di quello provinciale”


      Come avevamo facilmente previsto il senatore ha bloccatola nomina di Palmiero e di Napoletano. Intanto l’Udc abbassa le pretese e potrebbe rientrare.   CASERTA - Come avevamo previsto in un articolo pubblicato sabato scorso, la prospettiva di un siluramento dalla giunta comunale di Teresa Ucciero avrebbe determinato la reazione di Enzo D’Anna, senatore del Pdl e […]

    Nella foto D’Anna e Ucciero

     

    Come avevamo facilmente previsto il senatore ha bloccatola nomina di Palmiero e di Napoletano. Intanto l’Udc abbassa le pretese e potrebbe rientrare.

     

    CASERTA - Come avevamo previsto in un articolo pubblicato sabato scorso, la prospettiva di un siluramento dalla giunta comunale di Teresa Ucciero avrebbe determinato la reazione di Enzo D’Anna, senatore del Pdl e politicamente vicino all’assessore ai lavori pubblici del comune di Caserta.

    Naturalmente, D’Anna non si sbilancia più di tanto e usa il politichese stretto in modo che il suo messaggio arrivi a chi deve arrivare e cioè al sindaco Pio Del Gaudio e ad Angelo Polverino.

    Non è casuale che D’Anna auspichi un confronto politico ampio sulle prospettive del governo della città capoluogo che vagli l’ipotesi del rimpasto dentro alla possibilità che ognuno dei maggiori rappresentanti istituzionali del Pdl possa esprimere un proprio punto di vista e una propria posizione. Non solo la coordinatrice cittadina Petrenga ma anche i consigliere regionali.

    Una presa di posizione di questo tipo allunga fatalmente i tempi del rimpasto e salva, per il momento, la poltrona della Ucciero.

    Del Gaudio riesce,ormai, a stento a mantenere buoni quelli del Mpa che chiedono l’ingresso di Massimiliano Palmiero e il Npsi che vuole in giunta Napoletano, mentre dovrebbe essere un problema superabile quello de gruppo di Fratelli d’Italia che ieri in consiglio comunale si è costituto formalmente con tanto di affermazione di rappresentanza che designa Mariano come esponente del partito di Taglialatela all’interno della giunta.

    Si ha la sensazione, infatti, che Polverino e Del Gaudio questa operazione l’abbiano, in qualche modo telecomandata, dato che è difficile pensare che un Piscitelli o un Bologna possano assumere una posizione realmente autonoma rispetto al primo cittadino e al suo padrino politico.In conclusione, quello che Del Gaudio diceva e cioè che avrebbe fatto il rimpasto entro domani, mercoledì, non è più attuabile anche per effetto della presa di posizione del senatore D’Anna.

    Sul fronte Udc le ultime disavventure elettorali hanno abbassato, probabilmente oltre all’umore, anche le ambizioni dei consiglieri comunali. Stamattina, il sindaco era abbastanza convinto di poter far rientrare l’Udc nell’esecutivo con deleghe aggiuntive, ma leggere, come quelle alla Reggia e al turismo.

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL SENATORE D’ANNA

    COMUNICATO STAMPA –  “L’intenzione più volte manifestata dal sindaco Pio Del Gaudio di voler procedere ad un rimpasto della giunta comunale di Caserta è certamente finalizzata a rendere più efficiente l’azione amministrativa del Comune capoluogo ed a coinvolgere forze politiche finora escluse dalla gestione dell’ente municipale”. Così il sen. Vincenzo D’Anna, secondo il quale “occorre però una preventiva riflessione collegiale in sede politica per definire un percorso condiviso sia con la segreteria cittadina, sia con il coordinamento provinciale del Pdl atteso che restano ancora da sciogliere i nodi del rapporto con l’Udc e con gli altri partiti della maggioranza”.

    “In un tal contesto – conclude D’Anna – i parlamentari ed i consiglieri regionali di Terra di Lavoro certamente non faranno mancare il loro contributo di idee”.

     

    PUBBLICATO IL: 11 giugno 2013 ALLE ORE 18:01