Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAPUA – “E’ necessario un nuovo coordinamento”, il sindaco di Capua Antropoli chiede una nuova definizione dei rapporti nel Pdl


    CAPUA – COMUNICATO – La maggioranza e la più decisa opposizione consiliare, con i suoi più importanti protagonisti – dell’uno e dell’altro fronte – di medesima etichetta pidiellina, hanno ormai tradotto lo scenario politico capuano in uno scontro “in casa” senza esclusione di colpi. La costituzione, annunciata nel corso di una delle ultime sedute consiliari, […]

    CAPUA – COMUNICATO – La maggioranza e la più decisa opposizione consiliare, con i suoi più importanti protagonisti – dell’uno e dell’altro fronte – di medesima etichetta pidiellina, hanno ormai tradotto lo scenario politico capuano in uno scontro “in casa” senza esclusione di colpi. La costituzione, annunciata nel corso di una delle ultime sedute consiliari, svolte all’interno del Comune di Capua, di un gruppo consiliare Pdl (Popolo della Libertà) – Forza Italia, ha sorpreso un po’ tutti. Non solo perché va ad aggiungersi a quello già ricadente nella sola sigla Pdl, con capogruppo ed unico componente il consigliere Giuseppe Chillemi, ma soprattutto perché nel neo-costituito gruppo consiliare, accanto ai nomi di Antonio Minoja e Carmela Del Basso, è presente proprio quello del sindaco Carmine Antropoli. La notizia ha spiazzato, ovviamente, un po’ tutti, visti i precedenti trascorsi ed un rapporto particolarmente turbolento tra i vari esponenti pidiellini, tre dei quali (Antropoli, Minoja, Del Basso) si ritrovano nello stesso gruppo consiliare Pdl-Forza Italia. Sul punto, è intervenuto il primo cittadino Carmine Antropoli, che ha richiesto un immediato intervento dei vertici per la definizione di un nuovo coordinamento, che in linea con le direttive di partito, sappia meglio chiarire posizioni e ruoli nell’interesse della città. “Un nuovo coordinamento – ha confermato il sindaco – costituisce condizione necessaria affinché il partito, a cui faccio riferimento da anni, abbia una nuova e rinvigorita immagine di lungimiranza e forza politica, mediante la definizione di una nuova linea programmatica che meglio definisca i rapporti ed i ruoli dei suoi esponenti”. Sull’opposizione dei consiglieri dello suo stesso gruppo consiliare, ha poi aggiunto: “E’ incomprensibile che consiglieri della mia medesima sigla partitica alimentino uno scontro politico che perdura ormai già da tempo. Il Pdl deve porre un rimedio a questa situazione, affinché il partito possa in futuro, attraverso un nuovo coordinamento, offrire ai suoi elettori un segno di rinnovata solidità, nell’interesse della città”

    PUBBLICATO IL: 18 ottobre 2013 ALLE ORE 18:10