Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CANCELLO ED ARNONE Questione Gisec. Il botta e risposta tra Ambrosca ed Emerito e la proposta di Manzo


    Ambrosca teme possibili pignoramenti, Emerito declama calma dicendo che non ci sono né sentenze né decreti ingiuntivi. Manzo, invece, visti i disagi riguardanti la raccolta patiti dai cittadini propone una sanatoria di una delle 4 rate delle spazzatura CANCELLO ED ARNONE - La questione rifiuti torna ad essere oggetto della minoranza consiliare. In questi giorni, […]

    Nella foto Ambrosca, Emerito e Manzo

    Ambrosca teme possibili pignoramenti, Emerito declama calma dicendo che non ci sono né sentenze né decreti ingiuntivi. Manzo, invece, visti i disagi riguardanti la raccolta patiti dai cittadini propone una sanatoria di una delle 4 rate delle spazzatura

    CANCELLO ED ARNONE - La questione rifiuti torna ad essere oggetto della minoranza consiliare. In questi giorni, le proteste attuate dagli operatori ecologici e i relativi disagi riguardanti la raccolta  hanno indotto il consigliere Ambrosca e il suo collega di opposizione Manzo a trattare l’argomento

    “I cittadini di Cancello Arnone vengono letteralmente vessati con bollette della spazzatura salatissime, ma, il Comune, con quei soldi - sostiene il capogruppo della minoranza – non paga la Gisec, società che gestisce gli impianti, che, a sua volta ci impedisce di sversare. Molto presto, – prosegue l’avvocato di Arnone – oltre al danno, potremmo subire anche la beffaLa Gisec, oltre ad impedirci di sversare,  – ha concluso Ambrosca- potrebbe rivalersi sul nostro Comune, andando a pignorare i conti dell’ente.”

    Replica alla nota dell’ex sindaco l’attuale primo cittadino, Pasqualino Emerito: “Non ci sono né sentenze né decreti ingiuntivi, quindi parlare di pignoramenti è fuoriluogo. Pagheremo la Gisec. E’ normale, però,- spiega Emerito - che, a causa delle rate mutuo contratte da amministrazioni precedenti, dovremo sborsare, infatti, oltre 600 mila euro all’anno fino al 2026, paghiamo qualche somma  in ritardo. Ad ogni modo,  nonostante le mille difficoltà  riusciamo ancora a garantire i servizi al paese.”

    Si smarca dalla diatriba, invece, il giovane Manzo che stamane ha portato in municipio un’istanza destinata al consiglio comunale per chiedere la sanatoria di una delle 4 rate che i cittadini dovranno elargire per l’immondizia. “Sarebbe un’azione di grande sensibilità  perché -  ha commentato  il consigliere -andrebbe a far risparmiare i cittadini una somma relativa ad un servizio che è stato eseguito con qualche intoppo”

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 1 ottobre 2013 ALLE ORE 12:17