Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA ALTRO CHE TRASPARENZA – La promessa pubblicazione dei quattrini incassati da sindaco assessori e consiglieri è una promessa non mantenuta


    Era stato un altro dei cavalli di battaglia della campagna elettorale del primo cittadino AVERSA – C’ho ancora parcheggiate nelle orecchie certe parole pronunciate dal sindaco Giueseppe Sagliocco, alcune parole dette ai tempi in cui Sagliocco era stato messo all’indice da Giuliano, Ciaramella e Golia, e mordeva il freno appassionandosi a temi che, abitualmente, sono […]

    Nella foto, da sinistra Sagliocco e Capasso

    Era stato un altro dei cavalli di battaglia della campagna elettorale del primo cittadino

    AVERSA – C’ho ancora parcheggiate nelle orecchie certe parole pronunciate dal sindaco Giueseppe Sagliocco, alcune parole dette ai tempi in cui Sagliocco era stato messo all’indice da Giuliano, Ciaramella e Golia, e mordeva il freno appassionandosi a temi che, abitualmente, sono estranei al vocabolario di un uomo di potere.

    Trasparenza, nitidezza delle procedure amministrative e del comportamento di ognuno dei componenti della giunta a partire dal sindaco,continuando poi per ognuno dei consiglieri comunali.

    Questo predicava Sagliocco e se non ci credete c’è il repertorio d’archivio di Casertace a comprovarlo.

    Una cosa su cui non si sarebbe dovuto neanche discutere, qualora lui fosse diventato sindaco di Aversa, come effettivamente poi è accaduto, era quella relativa alla cosiddetta anagrafe pubblica degli eletti, a partire dalla messa in rete dei redditi di sindaco,amministratori comunali e consiglieri. Dalle elezioni è trascorso un anno e quasi quattro mesi. Nel sito del comune di Aversa non ci sono ne i redditi, ne la minuta delle indennità incassate da assessori e consiglieri. Niente di niente. Se è vero che il sindaco non riceve l’indennità al comune, è anche vero che questo accade perché i soldi Sagliocco se li porta a casa in Regione dove ha consumato due legislature e dove oggi occupa, anzi a questo punto scalda un’anonima poltrona di sottogoverno, garantitagli da Caldoro e che, a fronte di un impegno pressoché nullo, gli garantisce un’entrata significativa ogni mese.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 30 agosto 2013 ALLE ORE 13:44