Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Al via la procedura per l’attivazione della sede CRI a GRAZZANISE


    La triade è a lavoro per individuare dei locali adatti ad ospitare il centro locale della Croce Rossa GRAZZANISE – Federico Conte, ex capogruppo della minoranza consiliare, in collaborazione con il Forum dei Giovani e con Davide Massaro, ex consigliere di maggioranza, nei mesi scorsi ha dato vita ad una petizione tesa a richiedere l’apertura […]

    Nella foto la triade commissariale e Conte

    La triade è a lavoro per individuare dei locali adatti ad ospitare il centro locale della Croce Rossa

    GRAZZANISE – Federico Conte, ex capogruppo della minoranza consiliare, in collaborazione con il Forum dei Giovani e con Davide Massaro, ex consigliere di maggioranza, nei mesi scorsi ha dato vita ad una petizione tesa a richiedere l’apertura di una sede della Croce Rossa sul territorio grazzanisano.

    Il comitato provinciale dell’organizzazione, rappresentato dal prof. Caracciolo, ha accolto con piacere l’iniziativa contattando, poi, a sua volta, la commissione straordinaria per chiedere l’individuazione di un impiegato comunale per l’espletamento delle procedure necessarie per il corso base e per la predisposizione di locali potenzialmente adatti ad ospitare la sede CRI.

    La triade pare si sia mostrata disponibile al progetto promettendo di fare il possibile per concretizzare l’aperturadel centro in terra dei Mazzoni

    “Sono entusiasta– ha commentato Conte – per l’inizio della procedura di apertura di un punto CRI. Sento il dovere di ringraziare  il Forum dei Giovani, l’ex consigliere Massaro e tutte le persone che hanno contribuito con i loro sforzi alla realizzazione di questo importante progetto; Il Presidente Caracciolo ha mostrato subito un forte interesse e non sono stati da meno i commissari straordinari che nella persona del Dr. Migliorelli hanno voluto dare un impulso immediato all’inizio delle attività. Ora – ha proseguito l’ex capogruppo dell’opposizione -è compito dei giovani a cui mi rivolgo calorosamente: fatevi parte attiva del vostro futuro; siate “sale” per la società in cui vivete; non vi lasciate trasportare ma vivete attivamente la vostra parte; vi invito a partecipare tutti a questo importante progetto di volontariato che potrebbe essere anche un progetto pilota da estendere nel tempo ai nostri comuni viciniori. La società civile– ha concluso Conte - e, in generale la politica che la rappresenta, ha bisogno di una sana iniezione di gioventù pronta a sacrificarsi  per il bene comune e a operare per migliorare le condizioni di vita principalmente delle fasce più deboli. C’è spazio per tutti e ognuno sarà protagonista nella fase di concretizzazione delle proprie idee. Ogni adesione sarà da esempio per gli altri giovani che saranno così incentivati a partecipare in massa al progetto”

    PUBBLICATO IL: 9 ottobre 2013 ALLE ORE 16:04