Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MONDRAGONE. Deserto lungomare, in arrivo i bobcat per “livellare la sabbia”. Altri 6.710 euro all’impresa Moviter per risolvere il problema


    La proposta della ditta Pietro Mingione, che si era aggiudicata già un servizio di rimozione della sabbia dalla carreggiata della zona mare non è stata valutata perchè "pervenuta fuori termine...".

     

    Lungomare1Mondragone1

    Nelle foto, le condizioni del lungomare di Mondragone

    MONDRAGONE – Alla fine il Comune di Mondragone ha deciso di “livellare la sabbia” in alcuni punti del lungomare per frenare il cosiddetto fenomeno dell’insabbiamento. I lettori di Casertace conoscono benissimo questa vicenda. Se qualcuno se ne fosse dimenticato può cliccare qui (CLICCA QUI PER LEGGERE).

    Veniano ad oggi, lunedì. Mediante la determina dirigenziale “fresca fresca”  approvata (243 del 17-03-2014),  il Comune di Mondragone ha deciso di affidare mediante gara, alla quale sono state “invitate a partecipare 6 ditte di fiducia dell’ente“, i “lavori consistenti nel riportare il livello dell’arenile, con mezzi meccanici idonei (bobcat e pala gommata), alla quota del gradino più basso delle scale che ascendono al marciapiede e relativo riposizionamento della sabbia rimossa sulla battigia”,  alla ditta mondragonese Moviter di Orlando Monti.  

    Costo dell’intervento 6.710 euro Iva compresa.

    La proposta-offerta della ditta di Pietro Mingione, impresa che si era aggiudicata, invece, il servizio della rimozione della sabbia dal lungomare nel tratto Piazza Del Popolo – Fiumarella e che, a sua volta, mediante la determina n. 178 del 4 marzo è già destinataria dell’impegno di spesa da parte del Comune per un importo pari a € 2.684,29, Iva compresa, non è stata valutata dal Comune, in quanto: “pervenuta fuori termine…“.

     

    Max Ive

     

    QUI SOTTO I PARTICOLARI DELL’INTERVENTO SUL LUNGOMARE DI MONDRAGONE

     

    - 1° Tratto fascia di arenile avente larghezza variabile da mt 40,00 a mt. 50,00 circa, nei seguenti tratti del lungomare: “Lido Villa Miras” e “lido Il Gabbiano” (Piazza del Popolo – Lungomare F. Caracciolo), di circa ml. 90, con livellamento ad una quota di circa cm 70,00 (settanta) al disotto di quella del marciapiede;

    - 2° Tratto, compreso tra lo stabilimenti balneare “lido Il Gabbiano” e il chiosco-bar “Da Migliore”
    (lungomare F. Caracciolo), di circa ml. 46, con livellamento ad una quota di circa cm 70,00 (settanta) al disotto di quella del marciapiede;
    – 3° Tratto, compreso tra il chiosco-bar “Da Migliore” e lo stabilimento balneare “Lido La Venere” (lungomare F. Caracciolo), di circa ml. 46, con livellamento ad una quota variabile da circa cm 70,00 a cm 80,00 (ottanta) al disotto di quella del marciapiede;
    – 4° Tratto, compreso tra gli stabilimenti balneari “Lido La Venere” e “Lido Medusa” (Lungomare F. Caracciolo), di circa ml. 18, con livellamento ad una quota di circa cm 70,00 (settanta) al disotto di quella del marciapiede;
    – 5° Tratto, compreso tra lo stabilimento balneare “Lido Kursal” e l’area dell’Istituto “Stella Maris”  (lungomare A. Vespucci), di circa ml. 30,00, con livellamento ad una quota di circa cm 130,00 (centotrenta) al disotto di quella del marciapiede;
    – 6° Tratto, compreso tra l’area dell’Istituto “Stella Maris” e lo stabilimento balneare “Lido Patrizia” (lungomare A. Vespucci), di circa ml. 76,00, con livellamento ad una quota variabile da cm 115 (centoquindici) a cm 130 (centotrenta) al disotto di quella del marciapiede.

    PUBBLICATO IL: 17 marzo 2014 ALLE ORE 16:28