Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – De Angelis ora dice che parlerà con quelli dell’outlet, obbligandoli a firmare prima il piano occupazionale


      Anche grazie agli articoli di questo giornale, la procedura “allegra” che certi dirigenti del Comune volevano promuovere, è stata bloccata. E anche l’idea di una audizione dei vertici di Capri due con una delegazione di consiglieri comunali si fa sempre più strada.   MARCIANISE - Dopo i primi accenni di fughe in avanti che […]

     

    Anche grazie agli articoli di questo giornale, la procedura “allegra” che certi dirigenti del Comune volevano promuovere, è stata bloccata. E anche l’idea di una audizione dei vertici di Capri due con una delegazione di consiglieri comunali si fa sempre più strada.

     

    MARCIANISE - Dopo i primi accenni di fughe in avanti che avevano fatto ribalenare l’idea di una politica asservita agli interessi economici di una grande azienda, pare che, anche grazie agli interventi di casertace, l’amministrazione comunale di Marcianise abbia intenzione di aprire un tavolo di trattativa trasparente con quelli dell’outlet, i quali non potranno più, almeno si spera, ottenere l’autorizzazione alla costruzione di nuovi 50 negozi senza prima dare garanzie sostanziali, vincolanti e verificabili nel tempo sul terreno della ricaduta occupazionale a favore dei giovani marcianisani. L’iniziativa di Fratelli d’Italia è servita a rimettere le cose in un canale che in questi anni non era stato mai percorso. Durante il consiglio comunale dell’altra sera, dedicato ai temi del lavoro, il Sindaco ha ricevuto il mandato di incontrare per la prima volta quelli di outlet per propiziare una audizione con una delegazione di consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione.

    Senza girarci troppo attorno, la partita si gioca su un solo punto: il rispetto e gli impegni, stavolta da mantenere, sui posti di lavoro da dare ai marcianisani. La delibera di giunta che consentirebbe l’allargamento va apporvata contemporaneamente un secondo dopo quello in cui i vertici della società Capri due apporranno la loro, possibilmente davanti a centinaia di testimoni e alla presenza anche dei media, sotto il piano occupazionale, che dovrà prevedere degli step di controllo temporali.

    Staremo a vedere.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 16 novembre 2013 ALLE ORE 17:53