Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA – Persi i 220mila euro di finanziamento chiesti alla Regione per l’energia pulita. Falsa partenza di Sagliocco da consigliere regionale


            Ammessi al riparto solo i Comuni di Caserta, Sessa Aurunca e Trentola Ducenta. In calce all’articolo il link al testo integrale del decreto dirigenziale, contenete l’elenco di tutti i Comuni promossi e bocciati     AVERSA – La necessità dei centri urbani anche di media e piccola dimensione dell’intero globo terrestre […]

     

     

     

     

    Ammessi al riparto solo i Comuni di Caserta, Sessa Aurunca e Trentola Ducenta. In calce all’articolo il link al testo integrale del decreto dirigenziale, contenete l’elenco di tutti i Comuni promossi e bocciati

     

     

    AVERSA – La necessità dei centri urbani anche di media e piccola dimensione dell’intero globo terrestre di ridurre significativamente i cosiddetti gas serra, ha indotto la Regione Campania a diventare ente erogatore, al pari delle altre Regioni italiane, di finanziamenti per cominciare a incidere sugli elementi infrastrutturali e strutturali del proprio centro urbano, in modo da iniziare una fase di costituzione di un nuovo modello energetico, fondato, prima di tutto sul contenimento e sul risparmio e, successivamente, sulla produzione della cosiddetta energia pulita.

    In questa chiave, suscita molto interesse la recente pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione Campania del decreto dirigenziale 293 dello scorso 23 dicembre.

    All’interno di questo atto amministrativo, vengono elencate le città della Campania, ammesse ai finanziamenti del cosiddetto PAES, che sta per Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.

    Tre Comuni della provincia di Terra di Lavoro hanno la garanzia del finanziamento: si tratta di Caserta capoluogo, Sessa Aurunca e Trentola Ducenta.

    Il Comune di Aversa subisce uno schiaffo non da poco, visto che, se da un lato ha ottenuto l’ammissibilità del suo progetto, dall’altro lato non è riuscito ad ottenere il finanziamento, visto che, in poche parole, ha presentato il progetto tardi.

    Dunque, sfumano 228mila 780 euro, cioè l’importo richiesto dalla città normanna.

    Completamente bocciati, invece, i progetti presentati da Marcianise, Sparanise e Valle di Maddaloni.

    G.G.

     

    http://www.sito.regione.campania.it/documenti/2013/decdir293_2013.pdf

    PUBBLICATO IL: 31 dicembre 2013 ALLE ORE 13:50