Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    E che palle con ‘ste minacce di querela! Invece di frignare Del Gaudio tiri fuori le cifre dei Rup di Mazzotti e Sorbo. Altro che Merkel, guadagnano di più dell’Emiro del Kuwait


      Il primo cittadino, a corto di ragioni e di contenuti, si mette a minacciare. Ieri, Italia Oggi aveva parlato di un dirigente che guadagna 290 mila euro all’anno. Ed effettivamente ha scritto una castroneria. Ha sbagliato, ma per difetto. IN CALCE AL NOSTRO ARTICOLO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO DI CASERTA […]

    Nella foto Mazzotti, Del Gaudio e Sorbo

     

    Il primo cittadino, a corto di ragioni e di contenuti, si mette a minacciare. Ieri, Italia Oggi aveva parlato di un dirigente che guadagna 290 mila euro all’anno. Ed effettivamente ha scritto una castroneria. Ha sbagliato, ma per difetto. IN CALCE AL NOSTRO ARTICOLO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO DI CASERTA

    CASERTA - Quelli di Italia Oggi sono sufficientemente superficiali per poter considerare con apprensione la replica che il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, ha esplicitato all’articolo, ripreso stamattina da Casertace, che narrava la storia di un dirigente, dello stesso comune, il quale, in un anno, guadagnerebbe uno stipendio lordo di 290 mila euro, dunque, di 60 mila euro in più rispetto a quello introitato da Angela Merke.

    Ai colleghi di Italia Oggi forniamo facili strumenti di controreplica, utili anche ad aspettare, a pie fermo, un’eventuale azione giudiziaria che, ormai, rappresenta lo stanco rituale minaccioso di un primo cittadino che, evidentemente, non è in grado di sostenere il confronto delle idee e che capricciosamente si rifugia nell’arma difensiva della querela, che a noi di Casertace non fa né caldo né freddo.

    Allora, facciamo ordine. Il sindaco Del Gaudio afferma che gli stipendi più alti del comune di Caserta ammontano a circa 10 mila euro all’anno. Dati consultabili sul sito istituzionale dell’ente.

    In effetti lo stipendio base dei dirigenti più pagati ammonta a quella cifra. Ed è qui che corriamo in soccorso a quelli di Italia Oggi che, effettivamente,  un po’ generici e un po’ superficialotti nel loro articolo lo sono stati.

    Quell’anima bella del sindaco di Caserta, nella seconda parte del comunicato spiega che a questo stipendio vanno aggiunti “i compensi derivanti dagli incarichi di progettazione, direzione lavori e collaudo di opere pubbliche che la legge retribuisce a parte”.

    Nel quadro descrittivo, inserisce queste indicazioni come se si trattasse di quisquilie, di pinzellacchere, di sbicciolame irrilevante. Direbbe una nota di un libro universitario: cfr Casertace 27 luglio 2013 (CLICCA QUI per leggere).

    In quell’articolo parliamo di un atto amministrativo che, in un sol colpo, liquida ai dirigenti del comune di Caserta la pinzellacchera di 520 mila euro, a titolo di premio per la produttività, per i risultati luminosi raggiunti nello splendido anno 2011, per intenderci, l’anno in cui, trionfalmente, e meravigliosamente, la città di Caserta, amministrata da anni da questa casta di dirigenti, dichiarò il dissesto, aumentando a livello massimo le tasse di tutti i cittadini.

    Facendo un calcoletto a spanne valutammo in circa 80 mila euro a testa la somma liquidata ad ognuno dei dirigenti.

    Two question: quando l’anima bella scrive un’altra pinzellacchera, cioè che poi, giusto per non scordarsi, vanno aggiunti  quei quattro euro per i collaudi, le progettazione delle opere pubbliche si dimentica che queste sono cifre importanti. E poi lei, sindaco, colloca nel suo sconfinato oblio della ragione politica e istituzione una cosina importante: si chiama Rup, che non è un refuso di rutto, ma una possente macchina da soldi, una sorta di slot machine a vincita garantita.

    Allora, se ha il coraggio di confrontarsi, altrimenti lo potremo fare davanti a un qualsiasi giudice del mondo, perché non dice ai casertani per quante volte in un anno Mazzotti è stato Rup dei procedimenti di gare milionarie? Perché non dice ai casertani  in che cosa si traduce quel 2% che è toccato al Rup Carmine Sorbo per la madre di tutte le gare, cioè quella della gestione della raccolta rifiuti per più di 50 milioni di euro?Il 2% di 50 milioni di euro fa 1 milione di euro.

    Tiri fuori queste carte, sindaco. Spieghi ai casertani come vengono spesi i soldi delle loro tasse. Si accorgerà che il calcolo dei 290 mila euro, fatto da Italia Oggi è si sbagliato, ma forse per difetto, dato che i signori Carmine Sorbo e Maurizio Mazzotti non guadagnano più della Merkel, ma guadagnano anche di più dell’Emiro del Kuwait.

    Gianluigi Guarino

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO DEL GAUDIO

    COMUNICATO STAMPA - In riferimento ad un articolo odierno di un quotidiano economico nazionale, che si riferisce ad un non identificato dirigente del Comune di Caserta che percepirebbe una retribuzione annua di 290mila euro, si precisa che l’articolo non specifica a quale anno si riferirebbe tale retribuzione, anzi lascia intendere che essa sia annua e quindi costante. In proposito si esclude categoricamente che alcun dirigente o dipendente del Comune di Caserta abbia percepito negli ultimi anni siffatta retribuzione. La retribuzione media dei dirigenti comunali, infatti, si attesta intorno ai 110mila euro circa lordi all’anno, come da contratto collettivo nazionale.
    A tale cifra si aggiungono i compensi derivanti dagli incarichi di progettazione, direzione lavori e collaudo di opere pubbliche che la legge retribuisce a parte. Nell’anno 2011 le retribuzioni sono state più alte per tutti i dirigenti in considerazione degli arretrati di tre anni per retribuzioni di risultato.
    Nel sottolineare altresì che le retribuzioni dei dirigenti sono pubblicate sul sito web del Comune di Caserta, l’amministrazione si riserva di valutare eventuali azioni legali nei confronti di chi ha diffuso direttamente o riportato, senza alcun approfondimento, notizie, prive di fondamento.

    PUBBLICATO IL: 22 novembre 2013 ALLE ORE 10:49