Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Caserta / Spirito Ok, la commissione del ministero approva il bilancio riequilibrato. Il sindaco: “Finalmente fuori dal dissesto”. Mah!!!


      Stamattina è arrivata la notizia da Roma. Entro 30 giorni l’approvazione del Bilancio di Previsione e poi il decreto del ministero degli Interni. Eccesso di entusiasmo del primo cittadino su facebook, ma la parte più delicata della gestione arriva ora Caserta – L’amministrazione comunale di Caserta, dovrebbe erigere una statua d’oro a Nello Spirito, […]

    Nelle foto, da sinistra, Nello Spirito e Pio Del Gaudio

     

    Stamattina è arrivata la notizia da Roma. Entro 30 giorni l’approvazione del Bilancio di Previsione e poi il decreto del ministero degli Interni. Eccesso di entusiasmo del primo cittadino su facebook, ma la parte più delicata della gestione arriva ora

    Caserta – L’amministrazione comunale di Caserta, dovrebbe erigere una statua d’oro a Nello Spirito, che oggi, martedì ha incassato il primo concreto risultato della sua azione di risanamento: la commissione del ministero degli Interni, ha, infatti, dato il via libera ufficiale al bilancio stabilmente riequilibrato. In poche parole, significa che il modello di ripartenza di una gestione seria e non scriteriata è stato considerato pienamente validato dall’organismo del Governo che esercita il controllo sui conti dei comuni dissestati.

    Dal momento in cui il provvedimento sarà notificato, e questo dovrebbe avvenire entro la giornata di domani, mercoledì, il Comune di Caserta potrà e dovrà approvare il bilancio di previsione per l’anno 2012, entro il termine di 30 giorni, che in pratica ricalcherà il documento stabilmente riequilibrato.

    Entro un paio di mesi, sempre a partire dalla notifica del placet della commissione, il ministero degli Interni, emanerà un decreto che proietterà il comune di Caserta verso una fase più ordinaria, dato che dall’anno prossimo non ci sarà un bilancio stabilmente riequilibrato, ma il rituale bilancio di previsione.

    Ciò non vuol dire, come ha dichiarato ‘sto benedetto ragazzo del sindaco, sempre gigione ed entusiasta nelle sue giovanilistiche incursioni in facebook che il dissesto è finito.

    Anzi, adesso, comincia la fase più delicata, perchè non essendoci più il requisito obbligatorio del visto ministeriale e del suo sindacato ispettivo, si potrebbe essere tentati di ripartire con il solito assalto alla dirigenza. E siccome riteniamo il sindaco Del Gaudio, un giovanotto entusiasta, ma una persona, tutto sommato, responsabile, non vogliamo pensare che questa esplosione di euforia, questo salto in avanti dell’archiviazione del dissesto fosse evocativo della possibilità di mettere di nuovo le mani, in maniera scriteriata nei capitoli della spesa comunale.

    D’altronde, si capirà subito l’andazzo. E lo capiremo da quanto solida rimarrà la posizione del morigeratissimo e responsabilissimo Nello Spirito nella giunta comunale.

    Non è un mistero, infatti, che qualche assessore e alcuni consiglieri lo vedono come un ostacolo al loro disegno di riscontrare la loro rendita di posizione con una politica di tipo clientelare, spendacciona e dissipatrice. Quella stessa politica, che, negli ultimi 15 anni ha condotto Caserta nella condizione in cui si trova.

    Staremo a vedere

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 20 novembre 2012 ALLE ORE 17:02