Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Mini Imu: le notizie utili per il pagamento


            Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso in merito dall’assessorato alle Finanze del Comune di Caserta     CASERTA – COMUNICATO - L’assessorato alle Finanze rende note le seguenti notizie, utili al pagamento della mini Imu: - Scadenza 24 gennaio 2014 - sono soggetti alla mini Imu: a) abitazione principale e relative […]

     

     

     

     

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso in merito dall’assessorato alle Finanze del Comune di Caserta

     

     

    CASERTA – COMUNICATO - L’assessorato alle Finanze rende note le seguenti notizie, utili al pagamento della mini Imu:

    - Scadenza 24 gennaio 2014
    - sono soggetti alla mini Imu:
    a) abitazione principale e relative pertinenze
    b) terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o IAP, iscritti nella previdenza agricola
    c) fabbricati rurali strumentali.
    -Modalità di calcolo e versamento
    Ai fini del versamento entro il 24 gennaio 2014 della parte residuale dell’IMU, il contribuente deve calcolare l’imposta totale per il 2013 sulla base dell’aliquota e della detrazione fissate dai Comuni (e pubblicate sul loro sito entro il 9 dicembre 2013), quindi sottrarre l’imposta annuale calcolata applicando l‘aliquota di base e la detrazione di base.
    Di questo importo differenziale il contribuente deve versare il 40% utilizzando il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale IMU.
    ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE
    a) Abitazione Principale e Pertinenze : 1^ e 2^ rata ABOLITA
    b) Abitazione Principale e Pertinenze : “mini-Imu” con scadenza 24.01.2014 – versano il 40% della differenza che è il 2 per mille su base annua
    TERRENI (agricoli ed incolti)
    1) Comuni Montani TERRENI ESENTI (sia agricoli che incolti)
    2) Per COLTIVATORI diretti :
    a) Terreni Agricoli : 1^ e 2^ rata ABOLITA
    b) Terreni Agricoli : “mini-imu” con scadenza 24.01.2014  – versano il 40% della differenza che è il  3 per mille su base annua
    c) Terreni “incolti” (non set aside) – 1^ e 2^ rata DOVUTA
    3) Per NON coltivatori diretti :
    a) Terreni Agricoli – 1^ rata ABOLITA
    b) Terreni Agricoli – 2^ rata DOVUTA ad aliquota comunale (calcolo imposta su base annua dalla quale detrarre l’importo della prima rata abolita calcolando il 50% sulla base delle aliquote 2012)
    d) Terreni “incolti” – 1^ e 2^ rata DOVUTA
    FABBRICATI RURALI
    1 ) Comuni Montani ISTAT FABBRICATI RURALI STRUMENTALI SEMPRE ESENTI
    2)  Fabbricati rurali STRUMENTALI
    -  Fabbricati rurali STRUMENTALI  : 1^ e 2^ rata ABOLITA
    3) Fabbricati rurali ad uso ABITATIVO
    -  Fabbricati rurali ad uso abitativo che non siano adibiti ad abitazione principale : 2^ rata DOVUTA ad aliquota comunale (calcolo imposta su base annua dalla quale detrarre l’importo della prima rata abolita calcolando il 50% sulla base delle aliquote 2012)
    -  Fabbricati rurali adibiti ad abitazione principale : 1^ e 2^ rata ABOLITA

    PUBBLICATO IL: 10 gennaio 2014 ALLE ORE 10:46