Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Il giudice Giuseppe Tesauro incontra gli studenti del LICEO MANZONI


     Durante l’incontro è stato consegnato al prof. Tesauro la tessera n. 1 di socio onorario del CeSAF dai maestri del lavoro CASERTA - “L’Europa è una realtà che ha mantenuto le sue promesse, ha assicurato la pace nel vecchio continente e ha dato pari dignità agli individui” lo ha detto il giudice della corte costituzionale […]

    Nella foto Vairo, Desiderio, Tesauro e Rossi

     Durante l’incontro è stato consegnato al prof. Tesauro la tessera n. 1 di socio onorario del CeSAF dai maestri del lavoro

    CASERTA - “L’Europa è una realtà che ha mantenuto le sue promesse, ha assicurato la pace nel vecchio continente e ha dato pari dignità agli individui” lo ha detto il giudice della corte costituzionale Giuseppe Tesauro agli studenti del liceo Manzoni nella prima lezione del progetto “900 Comparato” messo a punto dal Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del lavoro d’Italia e che si svilupperà in venti lezioni con il dipartimento di storia e filosofia dell’istituto.

    Dopo i saluti  dalla dirigente scolastica Adele Vairo l’incontro  è stato moderato dal prof. GianCristiano  Desiderio ed introdotto da Mauro Nemesio Rossi presidente del CeSAF  che ha relazionato sui temi del progetto “900 Comparato” e che riguardano personaggi illustri e meno noti della nostra terra che vanno da Ernesto Rossi padre dell’Europa ad Alberto Beneduce il massone che salvò l’Italia dalla crisi degli anni trenta,  per finire a Giacinto Bosco il ministro che fece nascere in ogni frazione di Terra di Lavoro un ufficio  delle poste, oggi quasi tutti dismessi.

    “ Questa è anche una delle tappe più importanti e prestigiose all’interno dell’ormai consolidato percorso di Educazione alla Cittadinanza attiva – ha detto Adele Vairo – che impegna contemporaneamente la nostra rappresentanza studentesca perché intende favorire la più ampia diffusione pervasiva e persuasiva di una cultura della legalità non solo dichiarata come slogan, ma vissuta quotidianamente.”

    “Quando si parla di Europa abbiamo due scenari molto diversi – ha detto Tesauro – il primo è quello dell’Europa di cui parlano i politici, le istituzioni, la banche, i tecnici ed i tecnocrati che è una Europa che ha vari passaggi alcuni addirittura tragici e catastrofici comunque negativi.  Poi c’è una altra Europa quella che è fatta da giuristi. Il tasso di integrazione giuridica complessivo  è molto alto il più alto rispetto a tutti gli altri settori in cui l’Unione Europea si identifica. Oggi la chiamiamo Unione Europea io la preferisco Comunità Europea. Perchéla Comunitàci da il senso del vivere insieme tra diversi, tra culture diverse, formazioni diverse, in nome di valori e principi condivisi. Ci sono quindi segnali assai disparati rispetto a quelli che la televisione ci propina, o i discorsi da salotto sull’Europa che non va, sull’Europa che portatrice solamente crisi finanziarie.”

    Durante l’incontro è stato consegnato al prof. Tesauro la tessera n. 1 di socio onorario del CeSAF dai maestri del lavoro presenti per la concreta e fattiva collaborazione data nell’espletamento del  magistero che gli insigniti dal presidente della Repubblica svolgono quotidianamente a favore dei giovani.”

    La prossima lezione riguarderà i primi anni del 900 e la questione di Peppuccio Romano,  il deputato amico di Giovanni Giolitti inquisito dalla magistratura accusato  di essere il capo della camorra Aversana.

    PUBBLICATO IL: 9 febbraio 2014 ALLE ORE 11:12