Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GUARDA IL VIDEO – CLOSED, tutte “le porte chiuse” della provincia di CASERTA raccontate nel documentario di Grillo


        L’opera, realizzata tra gennaio e aprile di quest’anno, racconta due tratti peculiari del territorio casertano: lo stato di abbandono di strutture emblematiche  e il fenomeno dell’emigrazione. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL VIDEO CLOSED. Attraverso la potente simbologia delle immagini, ogni scatto che rappresenta una delle storie del degrado di questa terra diventa sineddoche rappresentative del […]

     

    Nella foto due frame del video che ritraggono l’area ex Saint Gobain e la Reggia di Carditello

     

    L’opera, realizzata tra gennaio e aprile di quest’anno, racconta due tratti peculiari del territorio casertano: lo stato di abbandono di strutture emblematiche  e il fenomeno dell’emigrazione. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL VIDEO CLOSED. Attraverso la potente simbologia delle immagini, ogni scatto che rappresenta una delle storie del degrado di questa terra diventa sineddoche rappresentative del tutto chiuso a partire dalla speranza

    CASERTA – C’è chi racconta la nostra terra cercando i offrire quotidianamente un’informazione quanto più possibile oggettiva, c’è chi parla del territorio attraverso i romanzi, altri raccontano  Terra di lavoro magari servendosi della musica, altri ancora usano l’immagine, un mezzo diretto e allo stesso tempo evocativo che cerca di emancipare  i cittadini proiettandoli verso una forte  presa di coscienza del potenziale di questi luoghi

    Ha proprio questo intento il video intitolato “Closed” che vi mostriamo in calce all’articolo,  realizzato tra gennaio e aprile di quest’anno.  L’autore, Guglielmo Grillo, ha cercato di unire due temi caratterizzanti, peculiari della provincia casertana: lo stato di abbandono di strutture emblematiche  e il fenomeno dell’emigrazione

    “Sentivo l’esigenza di dedicarmi più da vicino al nostro territorio - ci confida l’artista -L’ossessiva sequenza di porte chiuse  rimanda agli innumerevoli tentativi falliti volti a recuperare la provincia di Caserta. Le istituzioni appaiono impotenti e  i giovani sono costretti a cercare un futuro altrove . Una ginestra - spiega Grillo –  simbolo di resistenza e di speranza, è il fardello che un emigrante sradicato dal proprio territorio porta con se.”

    I luoghi fotografati in sequenza sono l’Area Saint Gobain, la cava della Cementir, il policlinico in costruzione, l’ex zuccherificio di Capua, il Palazzo abbandonato di Mondragone, la Cappella abbandonata subito dopo Capua, il mattatoio comunale di Caserta, la centrale turbogas Calenia di Sparanise, la centrale nucleare di Sessa Aurunca , la Reggia di Carditello, le discariche di Villa literno e S. Tammaro, l’inceneritore di Acerra, i Regi lagni, il depuratore di Marcianise e la spiaggia di Castel volturno

    Giuseppe Tallino


    PUBBLICATO IL: 20 maggio 2013 ALLE ORE 17:28