Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Violenza sessuale, tentata estorsione e rapina: due in manette a MONDRAGONE. Un arrestato si sente male e lo portano in ospedale


    Si tratta di Raffalee Catanzano. L’uomo è stato ricoverato presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca ove è tuttora piantonato, mentre l’altro arrestato, Saverio Piscitiello, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere  MONDRAGONE – I Carabinieri della locale stazione, unitamente a personale dell’Esercito, Raggruppamento Campania su Base 3° Reggimento Artiglieria Terrestre […]

    Si tratta di Raffalee Catanzano. L’uomo è stato ricoverato presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca ove è tuttora piantonato, mentre l’altro arrestato, Saverio Piscitiello, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere 

    MONDRAGONE – I Carabinieri della locale stazione, unitamente a personale dell’Esercito, Raggruppamento Campania su Base 3° Reggimento Artiglieria Terrestre da Montagna di Tolmezzo, hanno rintracciato e arrestato i pregiudicati  Raffaele Catanzano, classe 1966 e  Saverio Piscitiello, classe 1981, entrambi del luogo, ritenuti responsabili, unitamente ad altri due individui in corso di identificazione, dei reati di tentata estorsione continuata in concorso, violenza sessuale, rapina e minaccia aggravata in concorso nei confronti di tre cittadine straniere, commessi a Prisconte di Mondragone dall’11.10.2013 e culminati con il loro arresto.

    I militari dell’Arma, infatti, a seguito della denuncia querela sporta da ognuna delle donne, hanno raccolto inconfutabili elementi di reità e colpevolezza nei confronti degli arrestati che, dietro minaccia di ritorsione e mediante l’utilizzo di una pistola, hanno tentato in più riprese di estorcere alle medesime somme di denaro per la loro attività di meretricio.

    Nella stessa circostanza il citato Piscitiello, dopo aver rapinato la una delle donne sottraendole la somma di 280 €  abusava sessualmente della stessa. Dopo l’arresto, Il Catanzano, a causa di un malore sopraggiunto, è stato ricoverato presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca ove è tuttora piantonato, mentre il Piscitiello è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

    PUBBLICATO IL: 13 ottobre 2013 ALLE ORE 13:00