Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Un arresto per l’operazione “ALL’OMBRA DEL VESUVIO”: trovato fucile e cartucce


    L'attivita' ha avuto inizio nel mese di febbraio ed ha visto impegnata

    forestale 1

    CASERTA - Si e’ conclusa con l’arresto in flagranza di un uomo per porto e detenzione di arma a matricola abrasa, l’operazione “all’Ombra del Vesuvio” coordinata dalla Procura della Repubblica di Nola volta a contrastare gli illeciti ambientali perpetrati all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio. L’attivita’ ha avuto inizio nel mese di febbraio ed ha visto impegnata, oltre che la Sezione di Polizia Giudiziaria del Corpo Forestale e della Polizia di Stato di Nola, anche uomini del Comando Provinciale CFS di Caserta e del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Vesuvio.

    A seguito di svariati servizi di ispezione svolti sul Monte Somma, nei pressi della localita’ “Valle dell’Inferno” sita in agro del comune di Ottaviano, il personale del Corpo forestale ha rinvenuto un sentiero tortuoso con evidente presenza di tracce umane e di animali, che portavano all’interno di una macchia di vegetazione caratterizzata dalla presenza di alberi maestosi. E cosi’, proprio nei pressi di un grande albero di leccio,e’ stato notato un masso non coerente con la morfologia propria di quel sottobosco. I forestali, incuriositi da tale “stranezza”, hanno proceduto a rimuovere il sasso. Di qui la scoperta: un tubo in PVC di colore rosso aranciato, abilmente interrato, all’interno del quale era riposto un fucile a matricola abrasa a canne sovrapposte calibro 20, alloggiato in un fodero in stoffa maculata mimetica, svariate cartucce cariche ed infine una bomboletta spray, contenete olio lubrificante per armi.

    PUBBLICATO IL: 14 marzo 2014 ALLE ORE 11:01