Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TUTTE LE FOTO – STRADE COLABRODO nei pressi della stazione FALCIANO-MONDRAGONE, la denuncia di Taglialatela: “Avviamo un tavolo istituzionale con la prefettura”


      Il socialista segnala anche il problema che nei giorni scorsi si sono registrati degli incidenti MONDRAGONE - Il socialista Antonio Taglialatela armato di macchina fotografica… ha recepito la segnalazione giunta da alcuni cittadini e forse anche dagli utenti della stazione ferroviaria e ha deciso, a sua volta, di intervenire sul caso delle strade colabrodo […]

     

    Nelle foto, le condizioni dell’arteria che conduce alla stazione ferroviaria Falciano-Mondragone

    Il socialista segnala anche il problema che nei giorni scorsi si sono registrati degli incidenti

    MONDRAGONE - Il socialista Antonio Taglialatela armato di macchina fotografica… ha recepito la segnalazione giunta da alcuni cittadini e forse anche dagli utenti della stazione ferroviaria e ha deciso, a sua volta, di intervenire sul caso delle strade colabrodo e degradate che non facilitano ovviamente l’accesso allo scalo ferroviario compreso tra Mondragone e Falciano del Massico.

    Con tanto di foto, Taglialatela richiama l’attenzione, in una nota stampa che pubblichiamo a margine del nostro articolo, di tutte quelle le istituzioni comunali che rappresentano i cittadini del comprensorio Carino-Falciano-Mondragone che usufruiscono della stazione al fine di avviare e mettere in cantiere un tavolo tecnico con la prefettura per trovare delle soluzioni adeguate al degrado strutturale delle strade.

    Max Ive

     

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DI ANTONIO TAGLIALATELA

    Costituire subito un tavolo tecnico in Prefettura con la presenza dei Sindaci dei Comuni di MondragoneFalciano del Massico e Carinola al fine di trovare soluzioni concrete per il tratto viario che collega i Comuni allo Scalo Ferroviario, prevedendo anche l’illuminazione pubblica – afferma il segretario cittadino del P.S.I. di Mondragone, Antonio Taglialatela -

    Sono numerose le lamentele e le sollecitazioni pervenute dai cittadini che quotidianamente si recano presso lo Scalo ferroviario denunciando la drammatica condizione in cui versa il tratto stradale.

    L’asfalto cede e crea dislivelli e buche pericolose, in realtà ce ne sono un po’ ovunque nella nostra città ma quando le segnalazioni arrivano costantemente anche da cittadini di comuni limitrofi non possiamo di certo ignorarle.

    Segnalare, con senso di dovere, prima che accada l’irreparabile.

    Inoltre, alla proposta abbiamo ritenuto opportuno allegare ben sette foto, considerando che molti cittadini hanno riportato, nei giorni addietro, anche incidenti che, fortunatamente, si sono risolti, con esiti positivi, senza alcun danno all’incolumità propria.  

    Le lamentele sono all’ordine del giorno, tuttavia riguardano molte strade anche alla periferia della città. Dislivelli e crateri interessano anche i marciapiedi, tutti punti critici ed insidiosi per la sicurezza urbana.

    Del resto, sono state numerose in questi anni le denunce per incidenti di questo genere, autovetture finite nelle buche o nell’asfalto dissestato riportando fratture più o meno gravi e, in alcuni casi, nei tempi addietro, anche mortali.

    Sinistri più o meno reali, ma questo è un altro discorso che affronteremo meglio in un altro momento.

    Dalla mancanza di pubblica illuminazione sino all’ordinaria manutenzione: il problema del mantenimento delle strade comunali, provinciali e statali che attraversano in lungo e in largo le nostre cittadine resta di grande attualità, con la segnalazione di oggi non vogliamo alimentare alcuna strumentalizzazione e speculazione politica sulla drammatica questione.

    Oltremodo, a nulla serve un intervento di somma urgenza poiché le insidie esistenti sul tratto di viabilità, ad elevata frequentazione, potrebbero nuovamente emergere: le buche, in alcuni casi, sono diventate delle vere e proprie voragini !  

    I nostri cittadini-automobilisti non solo si giocano ammortizzatori e gomme ma possono, addirittura, rischiare la vita – conclude il segretario cittadino del P.S.I. di Mondragone, Antonio Taglialatela -

    PUBBLICATO IL: 29 gennaio 2014 ALLE ORE 12:19