Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LE FOTO/ Tragedia sfiorata a GRAZZANISE. Precipita un lampione in mezzo alla strada: in 5 mesi è il secondo palo che cade


        La triade commissariale deve urgentemente verificare la sicurezza di questi lampioni. I cittadini temono che possa succedere ancora GRAZZANISE – Fortuna, caso o Provvidenza, non sta a noi dirlo, ha fatto si che in quel momento, per via Crocella, all’altezza dell’incrocio con via Oberdan, non transitasse nessuna macchina, nessun pedone, nessun ciclista. In […]

    Nella foto la base del palo caduto in via Crocella

     

     

    La triade commissariale deve urgentemente verificare la sicurezza di questi lampioni. I cittadini temono che possa succedere ancora

    GRAZZANISE – Fortuna, caso o Provvidenza, non sta a noi dirlo, ha fatto si che in quel momento, per via Crocella, all’altezza dell’incrocio con via Oberdan, non transitasse nessuna macchina, nessun pedone, nessun ciclista. In quell’istante  non c’erano neppure  auto parcheggiate.

    Nella foto il lampione che occupa trasversalmente l’intera strada

    Alle 10 e 20 circa il primo lampione sul lato sinistra di via Crocella (direzione via Tonneta)   è precipitato al suolo tagliando trasversalmente tutta la strada. “Un botto spaventoso” – raccontano i residenti della zona -“che ci ha fatto saltare dalla paura”

    Il primo ad accorrere sul posto è stato Salvatore, 43 anni che ha casa proprio di fronte al palo caduto: “Ho temuto il peggio. Poteva succedere una tragedia – racconta Salvatore – Credevo che il lampione si fosse abbattuto su qualche auto che passava”. Verificato che nessuno si era fatto male, prontamente,  Salvatore ha chiamato il 112 e, in attesa dell’arrivo dei Carabinieri, per bloccare il traffico ha disposto la sua auto e quella dei vicini, con le 4 frecce accese, agli estremi della strada a guisa di transenne.

    Sul posto, poco dopo, è arrivato un carabiniere della locale stazione  che  ha contattato la ditta che si occupa dell’illuminazione pubblica per far staccare la corrente  e rendere così innocui i fili scoperti alla base del lampione. Tolta l’elettricità poi tre uomini robusti, con la sola forza delle braccia, hanno rimosso il palo dalla strada per poggiarlo sul marciapiede.

    Ricordiamo: solo qualche mese fa, precisamente era il 28 dicembre scorso, un’altro palo, in via E.Lauro, vicino al Bar Centrale cadde a causa del vento.

     

    Nella foto di spalle a sinistra Salvatore che ha chiamato i Cc e il cronista R. Raimondo

    Tra la folla radunatasi intorno al lampione si è propagata  la triste considerazione che consolida la caduta improvvisa di un lampione, evento pericolosissimo,  ormai, come una circostanza da accettare con rassegnazione, quasi come un normalissimo episodio che rientra nella quotidianità paesana. “Si è perso il senso della ragione – dice Massimo - Accettiamo il fatto che cadano questi pali senza far nulla. E’ pazzesco. Questo paese non è normale”

    Molti degli spettatori accorsi sul posto hanno attribuito la causa delle cadute ai fili, quasi liane penzolanti,che collegano le serie di lampioni. Questi fili, praticamente  delle  riparazioni aeree, potrebbero aggravare il peso che sopporta la base del palo, già sollecitata dalla  forma ricurva del traliccio nell’estremità della plafoniera. Per eliminarli bisognerebbe aggiustare  i collegamenti all’interno delle condotte sotto i marciapiedi e non dar vita a questi allacci nel vuoto. Altri curiosi, invece, affidano tout court la causa dei tonfi alle basi sui marciapiedi ormai vecchie e fragili.

    La plafoniera del lampione caduto

    La tragedia scampata ieri sera a via Crocella è l’ennesimo segnale di un decadimento strutturale-urbanistico del paese. Del resto, tanto per delineare meglio lo scenario, via Crocella ha pure un manto stradale che pare bombardato: sono decenni che non viene asfaltata, ma si continua, imperterriti, nel migliore dei casi, a ricorrere alla toppa di catrame estemporanea.

    Appurata la fragilità dei pali grazzanisani, ripetiamo, il secondo che cade in mezzo alla strada in 5 mesi, la triade commissariale deve urgentemente verificare lo status dei tralicci della pubblica illuminazione. Al momento passare sotto un lampione, a Grazzanise, può essere sconveniente.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 3 maggio 2013 ALLE ORE 2:34