Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GUARDA IL VIDEO REPORTAGE DELLO SCANDALO / L’albergo dei sogni di ROCCAMONFINA trasformato in un autentico porcilaio nel cuore del parco


      Il servizio della collega Anna Izzo racconta con immagini che veramente parlano da sole, il disastro di una classe politica e amministrativa. La guardia forestale sta indagando per accertare eventuali responsabilità     ROCCAMONFINA – Abbandono di rifiuti nella struttura fatiscente del complesso alberghiero di Via Erbana nel Comune di Roccamonfina, le unità del  Corpo […]

    Nella foto, un fermo immagine del video choc sulla struttura alberghiera di via Erbana

     

    Il servizio della collega Anna Izzo racconta con immagini che veramente parlano da sole, il disastro di una classe politica e amministrativa. La guardia forestale sta indagando per accertare eventuali responsabilità

     

     

    ROCCAMONFINA – Abbandono di rifiuti nella struttura fatiscente del complesso alberghiero di Via Erbana nel Comune di Roccamonfina, le unità del  Corpo Forestale dello Stato agli ordini del Comandante Giuseppe Orologiaio, si stanno  attivato  per l’individuazione dei responsabili dello scempio ambientale.

    Una vera e propria “santabarbara” di rifiuti di ogni genere che  sono stati sversati nella zona alberghiera preposta a diventare il fiore all’occhiello del territorio facente parte del Parco Regionale  Roccamonfina Foce Garigliano. Il mancato controllo da parte dell’amministrazione comunale e dell’assessorato all’Ecologia, non chè dei  vigili urbani,  ha contribuito a far aumentare il degrado dell’area, oggi diventata una discarica abusiva, vero ricettacolo dei rifiuti.

    L’immondizia accatastata sosta lì da tempi ormai remoti, e fanno da cornice alla brutta cartolina dell’area in località di via Erbana adiacente al Palazzo dei Congressi.

    Lo spazio alberghiero caratterizzato da strutture di base in cemento armato, progettate per supportare una serie strutture ricettive, risultano ormai decrepite e cadenti. Gli  interni, invece, sono stati distrutti da azioni vandaliche.

    Frigoriferi, pneumatici, bottiglie, arredi di autovetture, indumenti, resti del manto stradale ed agricolo ecc, hanno reso la zona  un vero porcilaio. “ Il sito alberghiero – riferiscono alcuni residenti- se pur non completato  poteva diventare una zona da far  visitare ai turisti,  sempre ammesso che gli amministratori attuali  avessero pensato di tenerla linda e pinta. Nessun progetto è stato realizzato per il mantenimento della zona alberghiera, questo ha siglato la mancanza di  creatività di una classe amministrativa , che non sa utilizzare i  beni patrimoniali, ma che ha  preferito nella fattispecie  farli restare nel “ dimenticatoio”  dandoli in pasto ai farabutti dell’illegalità”. Il viaggio all’interno del complesso alberghiero di Roccamonfina  continuerà nei prossimi giorni con i risvolti giuridici sul caso.

                                                          Anna Izzo

    PUBBLICATO IL: 29 marzo 2013 ALLE ORE 9:50