Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL S,STEFANO DI CASERTACE / TERRORE IN PIAZZA CARMINE A PIEDIMONTE / Picchiano il figlio del titolare, mandano in ospedale altri due clienti: ARRESTATI IN TRE


    Sono stati ammanettati dai carabinieri della Compagnia PIEDIMONTE MATESE – Movimentata serat di vigilia di Natale a Piedimonte Matese., quando tre rumeni, Ivan Radu, 24enne, Vasile Suciava, 25enne e Adrian Trandafir, 21enne, tutti residenti in via Scorciarini Coppola di Piedimonte, sono finiti in manette per insolvenza fraudolenta, minaccia aggravata, lesioni personali e danneggiamento. I tre, […]

    I tre arrestati dopo le aggressioni

    Sono stati ammanettati dai carabinieri della Compagnia

    PIEDIMONTE MATESE – Movimentata serat di vigilia di Natale a Piedimonte Matese., quando tre rumeni, Ivan Radu, 24enne, Vasile Suciava, 25enne e Adrian Trandafir, 21enne, tutti residenti in via Scorciarini Coppola di Piedimonte, sono finiti in manette per insolvenza fraudolenta, minaccia aggravata, lesioni personali e danneggiamento.

    I tre, hanno causato dei veri e propri momenti di terrore, quando dopo essersi rifiutati di pagare il conto all’interno di un bar ubicato nelle vicinanza della centralissima Piazza Carmine, hanno prima minacciato di morte e poi aggredito il figlio minore della proprietaria, e poi si sono scagliati contro altre due persone che si trovavano all’ esterno del locale, procurandogli varie contusioni, per le quali sono stati costretti alle cure dei medici del pronto soccorso del locale Ospedale civile. Non contenti delle loro malefatte, hanno danneggiato un negozio di parrucchiere, tentando poi di darsi alla fuga, ma sono stati prontamente bloccati dai militari tempestivamente intervenuti sul posto. Così anche per loro sono scattate le manette e il trasferimento presso le camere di sicurezza dell’Arma.  Anche nei giorni che hanno preceduto il Natale, sono stati ottenuti importanti risultati nel contrasto al fenomeno della microcriminalità, con sedici persone nei cui confronti sono scattate denunce per vari reati, con il recupero di un ingente quantitativo di refurtiva e il sequestro di sostanze stupefacenti.

    PUBBLICATO IL: 26 dicembre 2012 ALLE ORE 9:41