Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TERREMOTO: notte all’aperto per 20 frati francescani


        I frati interrompono la funzione dopo la scossa di terremoto. Riportati danni alla facciata e al campanile del convento   PIEDIMONTE MATESE – Hanno trascorso la notte all’aperto accanto a un falo’ e muniti di coperte anche i venti frati francescani del convento di Santa Maria Occorrevole, santuario del ‘400 che domina Piedimonte Matese, […]

     

    Nella foto, a sinistra, il convento di Santa Maria Occorrevole di Piedimonte Matese

     

    I frati interrompono la funzione dopo la scossa di terremoto. Riportati danni alla facciata e al campanile del convento

     

    PIEDIMONTE MATESE – Hanno trascorso la notte all’aperto accanto a un falo’ e muniti di coperte anche i venti frati francescani del convento di Santa Maria Occorrevole, santuario del ‘400 che domina Piedimonte Matese, uno dei comuni in cui e’ stato localizzato l’epicentro del sisma che, ieri, ha gettato nel panico vaste zone della Campania e del Molise. “Abbiamo pensato fosse finita - racconta il frate guardiano del convento, padre Antonio – mai fatta un’esperienza cosi’ forte, come se ci fosse una forza che comprimeva il convento”.

    Il sisma ha colto i frati mentre celebravano messa all’interno della Cappella del ‘600: “c’erano – aggiunge padre Antonio – una sessantina di fedeli ed eravamo al momento del Gloria quando abbiamo sentito un boato e a quel punto abbiamo interrotto la funzione”. Il santuario francescano ha riportato danni alle facciate e all’interno delle celle, interessate da lesioni piuttosto profonde, e al campanile da cui si sono staccate delle pietre. In giornata sono previsti sopralluoghi da parte dei tecnici della Protezione Civile. Saltata la messa del mattino, la funzione potrebbe essere regolarmente celebrata nel pomeriggio.

    PUBBLICATO IL: 30 dicembre 2013 ALLE ORE 11:02