Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TERREMOTO – “Morirete come scarafaggi”: i cattivi auguri e gli insulti razzisti ai campani sui social network


        CASERTA – Dopo le scosse di terremoto in Campania, una pioggia di commenti malevoli e sfottò razzisti si è riversata su Facebook e altri social network. E sulla Rete la rabbia ha preso il posto delle frasi sui timori dei residenti e sulle preoccupazioni dei parenti. Il fenomeno ha ovviamente suscitato un coro […]

     

     

    CASERTA – Dopo le scosse di terremoto in Campania, una pioggia di commenti malevoli e sfottò razzisti si è riversata su Facebook e altri social network.

    E sulla Rete la rabbia ha preso il posto delle frasi sui timori dei residenti e sulle preoccupazioni dei parenti. Il fenomeno ha ovviamente suscitato un coro d’indignazione tra gli user, napoletani e non, da Nord a Sud, alcuni dei quali hanno anche proposto di denunciare i profili da cui sono state postate frasi come “morirete come scarafaggi” e “terremoto pensaci tu” o di intraprendere class action.

    E’ una vergogna che non smette di ripetersi – dice un giovane professionista di Napoli che vive a Roma – Non bastavano i cori negli stadi, adesso ci attaccano anche su Facebook. Basta, questa gente distrugge l’immagine del Sud, non dobbiamo rispondere agli insulti, dobbiamo querelare“.

    Mentre la paura della gente campana non accennava a diminuire, dato che oggi si sono nuovamente registrate scosse anche di forte entità, e il ricordo inevitabilmente andava a quella sera di 33 anni fa in cui la terra si squarciò in Irpinia, sui social cominciavano a fioccare centinaia di post inqualificabili: “Un altro terremoto e morirete tutti, pezzi di m…” o “Morirete insieme al vostro paese di m…” il tenore dei commenti comparsi su Facebook ieri e proseguiti oggi.

     

     

    PUBBLICATO IL: 30 dicembre 2013 ALLE ORE 20:54