Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    E’ DI MONDRAGONE il primo arrestato per incendio di rifiuti con la nuova legge sulla terra dei fuochi


        Sono stati i vigli urbani a sorprendere l’uomo mentre dava fuoco all’immondizia Nel corso di un giornaliero controllo automontato, nella giornata di ieri una pattuglia della Polizia Municipale di Mondragone, composta dal Ten. Pagliuca e dal M.llo Nugnes e dal M.llo Pagliaro, ha avvistato una densa e scura colonna di fumo che si […]

     

     

    Sono stati i vigli urbani a sorprendere l’uomo mentre dava fuoco all’immondizia

    Nel corso di un giornaliero controllo automontato, nella giornata di ieri una pattuglia della Polizia Municipale di Mondragone, composta dal Ten. Pagliuca e dal M.llo Nugnes e dal M.llo Pagliaro, ha avvistato una densa e scura colonna di fumo che si levava dalla zona iniziale della strada statale Domitiana, nei pressi dell’officina “Ceraldi”.

    Giunti sul posto, all’altezza del civico n. 140, gli operatori della PM di Mondragone comandata dal Capitano Edoardo Vignale constatavano la presenza di una persona, tale C.P. che, nella zona circostante la sua abitazione, era intento a dare alle fiamme materiale vario, classificato anche come speciale.

    Prontamente invitato a sedare le fiamme combuste del materiale incendiato, gli addetti della PM, in ossequio alla norma legislativa recentemente entrata in vigore per il contrasto di simili reati ambientali (il D.L. 136/2013), traevano in arresto l’autore dell’illecito comportamento.

    Trasferito presso il locale Comando di Polizia Municipale, dopo aver acquisito i suoi rilievi dattiloscopici grazie alla preziosa collaborazione della Stazione dei CC di Mondragone, l’autore del reato è stato reso edotto delle conseguenze penali conseguenti al suo illecito comportamento.

    Veniva prontamente avvisato il Magistrato di turno che, disponendo per la misura degli arresti domiciliari dell’autore del reato, decideva anche per il sequestro preventivo dell’abitazione dello stesso e dell’area circostante dove era in corso l’illecito incendio.

    Ferma restando la convalida dell’arresto e del sequestro operato, stamane, gli Operatori di PM tradurranno presso la competente Autorità Giudiziaria tale C.P. per il rito in direttissima, e tanto dopo aver vigilato per l’intera notte, presso la sua abitazione posta a sequestro, sulla obbligatorietà a carico dello stesso degli arresti domiciliari.

    La normativa da due giorni entrata in vigore (è stata infatti pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale soltanto il 10 dicembre u.s.) ha trovato prontamente preparato la Polizia Locale di Mondragone che, consapevole dell’importanza legata alla repressione di reati contro l’ambiente, non ha esitato a profondere tutte le proprie energie per reprimere e sanzionare, anche con l’arresto l’autore colto in flagrante, di tali illeciti comportamenti.

     

    PUBBLICATO IL: 13 dicembre 2013 ALLE ORE 9:53