Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Tenta di rubare l’auto del parroco e le offerte dei fedeli in chiesa. Lo colgono in flagrante, lui: “Mi servivano i soldi per la cena”


          Protagonista del furto un cittadino casertano, “in trasferta” a Figline Valdarno     CASERTA – A Figline Valdarno, in provincia di Firenze, un uomo, originario di Caserta, ha fatto parlare di sè per un furto alquanto bizzarro. L’uomo ha tentato di rubare l’autovettura del parroco del luogo, poi si è impossessato delle […]

     

     

     

    Protagonista del furto un cittadino casertano, “in trasferta” a Figline Valdarno

     

     

    CASERTA – A Figline Valdarno, in provincia di Firenze, un uomo, originario di Caserta, ha fatto parlare di sè per un furto alquanto bizzarro.

    L’uomo ha tentato di rubare l’autovettura del parroco del luogo, poi si è impossessato delle offerte dei fedeli in chiesa.

    I carabinieri lo hanno arrestato quasi subito. Ad intervenire sono stati, nello specifico, i militari del nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia che hanno arrestato il casertano, un53enne già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa del reato di furto aggravato (perchè si introduceva all’interno dei locali della Misericordia, rubando le offerte in denaro dei fedeli) e di tentato furto aggravato per aver tentato di appropriarsi dell’autovettura del parroco della Chiesa di San Bartolomeo, proprio mentre il sacerdote era impegnato in una funzione religiosa.

    Per perpetrare il furto, l’uomo si era introdotto all’interno di un locale confinante con la Chiesa di San Francesco, a disposizione della Misericordia, dove pochi istanti prima i volontari avevano posizionato cinque cassette contenenti le offerte dei fedeli, raccolte durante la distribuzione del pane benedetto. Un volontario, tornando nella stanza, ha sentito il rumore delle monete che cadevano sul pavimento e ha notato l’uomo che stava prendendo i soldi, circa 70 euro.

    Il ladro, colto in flagrante, ha giustificato il suo gesto dicendo che doveva cenare.

    Mentre i carabinieri procedevano al suo arresto, è arrivato in caserma il parroco della Chiesa di San Bartolomeo per denunciare che circa un’ora prima, mentre era impegnato nello svolgimento delle funzioni religiose, ignoti avevano forzato la sua autovettura tentando di rubarla. Gli accertamenti e le testimonianze hanno permesso di verificare che l’autore del tentato furto era proprio l’uomo presente in caserma che aveva rubato le offerte.

    L’arrestato è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della locale compagnia, a disposizione del magistrato competente.

    PUBBLICATO IL: 10 febbraio 2014 ALLE ORE 18:28