Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Tenta di rapinare il bar Tiglio di Roccamonfina, spinge e ferisce la cassiera, acciuffato


      Pronta la reazione della ragazza che è stata però spintonata. Il 25enne, con i soldi sottratti in tasca è stato preso dai carabinieri della locale stazione Roccamonfina - Era entrato nel Bar “Il Tiglio” di Roccamonfina, ma non per consumare. Cercando di eludere l’attenzione della cassiera, ha sottratto dal registratore di cassa la somma […]

    Nella foto, il Bar il Tiglio, presidiato dai carabinieri dopo la tenta rapina. Si vede il militare della locale stazione che ascolta il racconto della cassiera

     

    Pronta la reazione della ragazza che è stata però spintonata. Il 25enne, con i soldi sottratti in tasca è stato preso dai carabinieri della locale stazione

    Roccamonfina - Era entrato nel Bar “Il Tiglio” di Roccamonfina, ma non per consumare. Cercando di eludere l’attenzione della cassiera, ha sottratto dal registratore di cassa la somma contante di euro 70,00,  ma la ragazza, una 24enne del posto, lo ha notato ed immediatamente è intervenuto per evitare che il giovane potesse fuggire.

    Il ragazzo, con l’esiguo bottino, è riuscito invece, a fuggire guadagnando l’uscita, spingendo violentemente la cassiera. I Carabinieri della Stazione di Roccamonfina, comandati dal Mar. Capo Pietro Salvo, prontamente intervenuti sul posto, sono riusciti a rintracciare il fuggitivo nelle immediate vicinanze del bar e lo hanno tratto in arresto in flagranza per il reato per rapina. Il giovane, Giulio Gallo, 25enne, originario di Venafro ma residente a Roccamonfina, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso della somma  sottratta, che è stata restituita ai proprietari del bar. La giovane cassiera, visitata presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca, ha riportato fortunatamente solo piccole escoriazioni guaribili in 2 giorni e uno stato d’ansia dovuto al forte stress e alla paura di poter subire di peggio. L’arrestato è stato  associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

    PUBBLICATO IL: 22 novembre 2012 ALLE ORE 20:10