Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TEANO – L’Ospedale doveva riaprire il 1° settembre. Lavori flop, se ne riparlerà ad ottobre


      Amministrazione comunale in silenzio. L’unico sindacato a denunciare il problema è la Fials TEANO – Salta la tanto annunciata  (e promessa) riapertura, che era prevista per il primo settembre, dell’Ospedale di comunità di via Roma a Teano. Fonti prive di ufficialità riferiscono  che «i lavori al presidio di Teano dovrebbero concludersi entro non oltre […]

     

    Nella foto, l’ospedale di Teano

    Amministrazione comunale in silenzio. L’unico sindacato a denunciare il problema è la Fials

    TEANO – Salta la tanto annunciata  (e promessa) riapertura, che era prevista per il primo settembre, dell’Ospedale di comunità di via Roma a Teano. Fonti prive di ufficialità riferiscono  che «i lavori al presidio di Teano dovrebbero concludersi entro non oltre il prossimo 20 settembre». Le cosiddette fonti ufficiali, invece, languono. Ipotizzando per il meglio, e salvo ulteriori brutte sorprese ed intoppi, l’apertura potrebbe avvenire ad ottobre: con ben due mesi di ritardo rispetto a quanto preventivato e sbandierato.

    Difatti, i lavori di adeguamento della struttura di via Roma, che avrebbero dovuto svolgersi niente poco di meno che durante il mese di agosto sono puntualmente rimasti al palo. A nulla sono servite neanche le proteste scritte del sindaco di Teano, Nicola di Benedetto, che ha addirittura convocato i sindaci del distretto sanitario per stringere con loro un patto mutua di difesa dei presidi sanitari. Designato il portavoce, la voce dei comuni distrettuali non si è più fatta sentire. Ma vediamo di che lavori si tratta. Non c’è da ricostruire l’ospedale. Si tratta, nello specifico, di eliminare una parete in cemento e amianto che sta, per altro, provocando le rimostranze dai possibili seguiti legali del proprietario di un edificio confinante alla struttura sanitaria. Sarebbe inoltre necessaria la costruzione di divisori,  atti a distinguere la zona dei posti letto dell’ospedale di comunità da quella dei pazienti del Day Surgery.

    Tempo stimato per la realizzazione delle opere: meno di un mese. Ma è chiaro che se mai s’inizia mai si finirà. Con la mancata inaugurazione del nosocomio di lungodegenza per anziani, capace di almeno venti posti letto, salta anche l’attivazione del Day Surgery. Il servizio di chirurgia, di cui pure si è parlato qualche tempo fa, in termini programmatici, è stato inserito nell’ultimo ordine di servizio firmato del direttore generale dell’Asl di Caserta, Paolo Menduni. Tale comunicazione, aveva disposto anche il trasferimento, presso l’ospedale di Sessa Aurunca, di quasi tutto il personale medico ed infermieristico, prevedendone allo stesso tempo, il rientro in sede, almeno di una parte, per i primi di settembre. Con il blocco di quasi tutte le attività lavorative, la macchina organizzativa ed i piani a breve termine dell’Asl a Teano sono rimasti quindi inceppati tutti i migliori propositi. Su una questione così importante per la popolazione sanitaria l’unica cosa che è possibile registrare è il silenzio assordante del mondo politico locale e della triplice sindacale. Unica eccezione la Fials rappresentata da Antonio Gliottone, perché a quanto pare, si sarebbe svolto nei giorni scorsi  un faccia a faccia tra  i sindacati provinciali della Fials e gli iscritti in sede locale sul cui esito, ancora, non è stata diffusa notizia. Le novità. Risulta fissato, dalla responsabile del Distretto sanitario  numero 28, Rita Ullucci, un incontro  per venerdì 6 settembre con i sindaci dei comuni distrettuali. Ma nessuno al momento conosce l’oggetto dell’assemblea e se sia previsto un chiarimento sulle sorti dell’ospedale di Teano. Teano ha potuto pure cambiare l’amministrazione comunale e il sindaco ma, almeno nel settore sanitario, l’attenzione che l’Asl dava la percezione di riporre per la città sidicina si direbbe rimasta esattamente la stessa, ossia molto prossima allo zero.

    Miriam Zanni

     

    PUBBLICATO IL: 2 settembre 2013 ALLE ORE 19:31