Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Stupro di gruppo a una giovane ragazza: rinviati a giudizio tre operai di Caserta, S.Maria C.V. e Marcianise


    Il fatto si verificò a Ponza CASERTA- Dopo 4 anni dall’episodio, un primo punto fermo è stato scritto nel procedimento giudiziario in cui sono coinvolti tre operai casertani, Giovanni Campanile quarantasettenne di Caserta, Francesco Nuzzolo, quarantaquattrenne di S.Maria C.V., e Francesco Ferrari ventunenne di Marcianise, accusati di aver stuprato per ore, nell’isola di Ponza,una giovanissima africana, […]

    Il fatto si verificò a Ponza

    CASERTA- Dopo 4 anni dall’episodio, un primo punto fermo è stato scritto nel procedimento giudiziario in cui sono coinvolti tre operai casertani, Giovanni Campanile quarantasettenne di Caserta, Francesco Nuzzolo, quarantaquattrenne di S.Maria C.V., e Francesco Ferrari ventunenne di Marcianise, accusati di aver stuprato per ore, nell’isola di Ponza,una giovanissima africana, insieme ad altre due persone, il romeno Atomei Aurel, condannato ad otto anni dopo aver scelto la strada del rito abbreviato e dunque, del Giudice monocratico, del tribunale di Latina, e l’ucraino Igor Zazuliak.

    I tre casertani sono stati rinviati a giudizio e la prima udienza dibattimentale si svolgerà il prossimo 24 giugno.

    I fatti si sarebbero consumati durante i giorni della festa di San Silverio, quando i tre operai si trovavano nell’isola per lavoro. Lì, uno di loro avrebbero conosciuto la ragazza africana, l’avrebbe invitata nel luogo dove risiedeva e in quel contesto, per tutta la notte, lui e gli altri quattro avrebbero abusato di lui.

    Le indagini furono condotte dai carabinieri della compagnia di Formia, i quali si avvalsero della collaborazione di quelli di Caserta.

    PUBBLICATO IL: 16 febbraio 2014 ALLE ORE 13:03