Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Sparatoria al bar Tropical di San Prisco, arrestato noto pregiudicato del luogo


    Operazione della Squadra Mobile di Caserta. In carcere per lo stesso motivo era finito, Franco Cristillo, autore materiale del tentato omicidio di Donato D’Errico, vittima di una spedizione punitiva dopo aver colpito con uno schiaffo uno del gruppo dello stesso Cristillo. SAN PRISCO - Gli agenti della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore […]

    Operazione della Squadra Mobile di Caserta. In carcere per lo stesso motivo era finito, Franco Cristillo, autore materiale del tentato omicidio di Donato D’Errico, vittima di una spedizione punitiva dopo aver colpito con uno schiaffo uno del gruppo dello stesso Cristillo.

    SAN PRISCO - Gli agenti della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, collaborati dalla squadra mobile di Frosinone, hanno tratto in arresto il pregiudicato Talento Francesco di anni 44 da S. Maria C.V., colpito da ordine di carcerazione emesso dalla procura generale della repubblica presso la corte d’appello di Napoli, per l’espiazione di anni 3 e mesi 6 di reclusione quale pena residua della condanna ad anni 6 di a cui era stato precedentemente condannato per concorso in tentato omicidio e detenzione di arma da fuoco.

    In effetti, nel gennaio 2009, in san prisco, l’uomo era stato coinvolto in una lite per futili motivi degenerata in una sparatoria a san prisco, nei pressi del bar “tropical”.

    La sera del 12 gennaio 2009, al pronto soccorso dell’ospedale civile di Caserta, arrivarono due persone con ferite d’arma da fuoco: D’Errico Donato, all’epoca 46enne, medicato e dimesso con prognosi di 15 giorni per ferite multiple ala regione lombare, glutea e agli arti inferiori; e un cittadino marocchino 39enne, ferito all’occhio destro.

    Dalle prime indagini, condotte dai carabinieri di Caserta, era emerso che, intorno alle 19, il D’Errico, mentre si trovava all’interno del bar “tropical”, ubicato in via monaco a san prisco, aveva avuto una discussione per futili motivi con tre uomini residenti nel rione popolare Iacp di Santa Maria Capua Vetere ed aveva colpito uno di essi con uno schiaffo al volto. I tre, dopo essersi allontanati, erano ritornati dopo circa venti minuti nei pressi del bar a bordo di una Renault Clio di colore grigio ed uno di essi aveva esploso due colpi di fucile, uno contro il muro esterno del bar e l’altro all’indirizzo del D’Errico.

    Questi aveva tentato di scappare in una stradina adiacente, ma era stato comunque attinto da uno dei colpi sparati; mentre il cittadino marocchino, distante circa trenta metri, era rimasto coinvolto accidentalmente e veniva colpito all’occhio destro.

    Gli attentatori erano stati identificati per  il 28enne Antonio Cristillo,  riconosciuto essere l’esecutore materiale degli spari (già nel giugno 2008 fu arrestato per tentato omicidio nei confronti di un pregiudicato di Santa Maria Capua Vetere); Francesco Talento, 39enne, già noto alle forze dell’ordine, colui che era stato colpito dal D’Errico con uno schiaffo; e Franco Talento, 30enne, che era alla guida della Renault Clio utilizzata per raggiungere il luogo dell’agguato.

    Il talento, che ha nominato suo difensore l’avvocato Ceccarelli del foro di Napoli, e’ stato rintracciato in Supino (Fr) e condotto presso la casa circondariale di Frosinone a disposizione della competente autorità giudiziaria.

    PUBBLICATO IL: 19 aprile 2013 ALLE ORE 11:32