Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    L’OMICIDIO DI KATIA TONDI – Il generale Garofano, ex capo dei Ris, nell’appartamento del delitto per conto della Procura


    Cerca indizi e prove a sostegno del Pubblico Ministero, che ha indagato il marito Emilio Lavoretano SANTA MARIA CAPUA VETERE – E’ in corso da oltre due ore il sopralluogo presso l’appartamento in cui venne ritrovata Katia Tondi, il 20 luglio scorso, situato nel Parco Laurus lungo la Via Nazionale Appia. Questo nuovo accesso è stato […]

    L’appartamento di Katia Tondi ed Emilio Lavoretano. Nel riquadro in basso a destra: Luciano Garofano

    Cerca indizi e prove a sostegno del Pubblico Ministero, che ha indagato il marito Emilio Lavoretano

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – E’ in corso da oltre due ore il sopralluogo presso l’appartamento in cui venne ritrovata Katia Tondi, il 20 luglio scorso, situato nel Parco Laurus lungo la Via Nazionale Appia.

    Questo nuovo accesso è stato chiesto dal generale dei carabinieri, Luciano Garofano, ex capo dei R.I.S. di Parma e criminologo,  nominato consulente della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, in particolare dal Pubblico Ministero Domenico Musto cui è stato assegnato questo caso e che sta coordinando le indagini finalizzate a trovare l’assassino della giovane donna.

    Questo accesso segue di pochi giorni quello effettuato dalla Polizia Scientifica di Napoli, in particolare quello eseguito, su disposizione della Procura della Repubblica, dalla dirigente della Polizia di Stato Fabiola Mancone.

    Il tutto, anche questa volta,  è finalizzato a rinvenire tracce sulla scena del crimine, quasi  a quattro mesi dall’omicidio, in modo da orientare e dare una svolta precisa e definitiva alle indagini in corso.

    Intanto l’unico indagato rimane il marito della Tondi, Emilio Lavoretano, l’operaio trentenne iscritto nel Registro degli Indagati ed accusato di omicidio volontario e difeso dagli avvocati Natalina Mastellone e Raffaele Gaetano Crisileo che, insieme al loro consulente di parte, Carmelo Lavorino, costituiscono il pool difensivo del giovane indagato e stanno partecipando alle attività di sopralluogo ancora in corso.

    A breve gli aggiornamenti sulle operazioni di polizia in corso sulla scena del crimine.

    PUBBLICATO IL: 4 novembre 2013 ALLE ORE 13:04