Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Sfiorata la tragedia. Due feroci rottweiler scappano, fanno strage di animali e per poco non azzannano una ventenne


      Multato il proprietario, che ora rischia anche una denuncia. Attimi di terrore ad Alife. Provvidenziale l’intervento dei carabinieri della locale Stazione e del Nucleo Operativo Radiomobile di Piedimonte Alife – Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Alife e una del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese, sono dovuti intervenire nella periferia della […]

     

    Multato il proprietario, che ora rischia anche una denuncia. Attimi di terrore ad Alife. Provvidenziale l’intervento dei carabinieri della locale Stazione e del Nucleo Operativo Radiomobile di Piedimonte

    Alife – Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Alife e una del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese, sono dovuti intervenire nella periferia della cittadina Alifana, dove due cani di grossa taglia, di razza rottweiler, erano fuggiti dal recinto di una villa, in cui erano custoditi, raggiungendo una fattoria ubicata nella vicinanze, azzannando ed uccidendo alcuni animali presenti. Ma veri e propri attimi di terrore, si sono avuti quando la coppia di rottweiler, attirata dalla presenza di una ragazza, 20enne del posto, ha tentato di aggredirla, ma la prontezza di riflessi della giovane che è riuscita a fuggire mettendosi in salvo e il provvidenziale intervento dei Carabinieri, hanno evitato il peggio. Sono stati infatti poi i militari a distrarre i due cani inferociti, attirando la loro attenzione e riuscendo a farli rientrare nel proprio recinto.

    L’avventura felicemente conclusasi, ha avuto però inevitabilmente un risvolto giuridico, in quanto nei confronti del proprietario della coppia di rottweiler è stata contestata una sanzione amministrativa per violazione alla normativa vigente, in quanto aveva omesso la prescritta registrazione presso l’anagrafe canina e l’identificazione dei due animali mediante l’apposito microchip. Rischia inoltre una denuncia penale per omessa custodia degli stessi animali. Ovviamente i Carabinieri, in merito ai fatti accaduti, hanno poi inoltrato una dettagliata informativa per gli eventuali provvedimenti di competenza al servizio veterinario dell’ Azienda Sanitaria Locale.

    PUBBLICATO IL: 29 novembre 2012 ALLE ORE 11:45