Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SESSA AURUNCA. Lo hanno sciolto nell’acido. Trovato lo scheletro del cadavere di Rosario Orefice


    I resti ritrovati ieri, mercoledì all'interno di un capannone a Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese. Sulla vicenda comunque si attende la conferma degli inquirenti

     

    Orefice1

    Nelle foto, a sinistra, Rosario Orefice

    SESSA AURUNCA - Potrebbero appartenere a Rosario Orefice, il 38enne scomparso senza lasciare traccia il 30 aprile 2010, i resti umani parzialmente sciolti nell’acido e in avanzato stato di decomposizione, ritrovati ieri, mercoledì all’interno di un capannone a Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese. L’ipotesi, tuttavia, al momento, non e’ confermata dalla polizia. Del caso della scomparsa si occupo’ anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’. Il capannone dove il corpo e’ stato ritrovato risulta di proprieta’ del fratello di Rosario, Luigi Orefice, 45 anni, rinviato a giudizio per l’omicidio e la soppressione del cadavere del fratello.

     

    PUBBLICATO IL: 27 marzo 2014 ALLE ORE 13:38