Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SESSA A. Giallo sul contributo dato all’ente presieduto dal marito della capogruppo di minoranza Messa


      Si chiaro, si tratta di una cifra irrisoria, solo 300 euro. Ad ogni modo l’Ente Palio Giochi dei Quartieri avrebbe dovuto organizzare una gara “Sessa in corsa” a maggio. La manifestazione non si è tenuta, è stata rimandata, il contributo, invece, no. SESSA AURUNCA - Una determina di impegno di appena 300 euro da […]

    Nella foto Calenzo e Messa

     

    Si chiaro, si tratta di una cifra irrisoria, solo 300 euro. Ad ogni modo l’Ente Palio Giochi dei Quartieri avrebbe dovuto organizzare una gara “Sessa in corsa” a maggio. La manifestazione non si è tenuta, è stata rimandata, il contributo, invece, no.

    SESSA AURUNCA - Una determina di impegno di appena 300 euro da parte di un comune non dovrebbe destare nessun sospetto almeno che questa somma non debba esser liquidata ad un ente il cui presidente è il marito del capo dell’Opposizione e per una manifestazione che non si è svolta. Succede a Sessa Aurunca.

    Con determina n. 214 del 30 aprile 2013 protocollata con numero protocollo generale 888 del  20 giugno dello stesso anno il comune di Sessa Aurunca, in particolare il settore dell’assessore Italo Calenzo, si impegna  ad assegnare un contributo di 300 euro all’ “Ente Palio Giochi dei Quartieri” per la manifestazione “Sessa in corsa” che doveva svolgersi il 26 maggio. Presidente dell’Ente Vincenzo Corallino, marito della consigliera comunale Carmela Messa.  Quindi, il Comune si impegna a giugno a dar un contributo per una manifestazione che non si è tenuta a maggio. In verità sul sito dell’Ente si comunica che la manifestazione si terrà in futuro ma controllando il sito www.garepodistiche.com , organizzazione cui si è appoggiata l’Ente per organizzare la gara non si riesce proprio a trovare una nuova data, almeno fino al 2014 per la gara sessana.

    Dunque, salvo appuntamenti nascosti la gara ad oggi non si terrà anche se il contributo potrebbe arrivare nelle casse dell’Ente.

    I 300 euro in verità non ancora sono stati liquidati, almeno pensiamo, ma è strano che nonostante lo slittamento della gara o la mancata gara dopo  circa un mese viene stilata una determina per sostenere la stessa con un contributo.

    L’ufficialità riportata su tutti i siti recita “ la gara è stata rinviata a data da destinarsi” ma il contributo invece no. Si spera in una svista che sicuramente sarà corretta, altrimenti qualcuno potrebbe pensare che anche l’assessore Calenzo utilizzi quel tipo di galateo politico che ti fa sostenere la tesi che “ in politica l’avversario va sempre sostenuto”.

    Antonio Caputo

    PUBBLICATO IL: 22 giugno 2013 ALLE ORE 16:42