Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Sequestrati beni per 600mila euro ad un affiliato del clan Massaro di SAN FELICE A CANCELLO


        L’operazione è stata eseguita nelle prime ore di oggi, mercoledì, dai Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta. Tra i beni sotto sequestro terreni, appartamenti, fabbricati, 1 opificio e 2 veicoli   MADDALONI – Nella mattinata di oggi, mercoledì, i Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro di […]

     

     

    L’operazione è stata eseguita nelle prime ore di oggi, mercoledì, dai Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta. Tra i beni sotto sequestro terreni, appartamenti, fabbricati, 1 opificio e 2 veicoli

     

    MADDALONI – Nella mattinata di oggi, mercoledì, i Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni mobili ed immobili, per un valore complessivo di 600mila euro, nella disponibilità di Francesco Massaro, 59 anni, affiliato all’omonimo clan operante nell’area maddalonese. L’uomo è ritenuto responsabile, tra l’altro, anche dei reati di associazione di tipo mafioso, estorsione e rapina, con l’aggravante del metodo mafioso.

    Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a seguito di mirate indagini svolte dai Carabinieri, sarà altresì notificato ai cointestatari dei beni da sequestrare, identificati nei familiari di Massaro, ed ha riguardato, in particolare, terreni, appartamenti, fabbricati, 1 opificio e 2 veicoli, ubicati nei comuni di San Felice a Cancello ed Arienzo.

    Nell’ambito della stessa indagine, il 6 ottobre 2004, è stata già eseguita, dai Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 32 indagati affiliati al clan Massaro, tra cui il destinatario del provvedimento odierno.

    Tale associazione, operando sull’intera area dei Comuni di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Arienzo, Forchia (BN), ed altre zone limitrofe, gestiva il controllo delle attività economiche, anche attraverso la gestione monopolistica di interi settori imprenditoriali e commerciali, come quello dell’attività inerente le onoranze funebri, nonché  l’acquisizione di appalti e servizi pubblici.

    PUBBLICATO IL: 29 gennaio 2014 ALLE ORE 8:54