Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SECONDO PROCESSO A COSENTINO / Nel Principe e la ballerina, gli avvocati si oppongono alla costituzione di parte civile del Ministero degli Interni


      Il dibattimento che coinvolge anche l’ex Sottosegretario, accusato di aver fatto pressioni sui dirigenti dell’nicredit perchè accordassero una fidejussione per la costruzione di un nuovo Centro Commerciale, vive ancora delle sue schermaglie iniziali. Prossima udienza il 5 aprile   CASAL DI PRINCIPE - Due legali,l’avvocato Agostino De Caro, difensore di Nicola Cosentino, e l’avvocato […]

    Nelle foto, Antonio Cosentino e Antonello Ardituro

     

    Il dibattimento che coinvolge anche l’ex Sottosegretario, accusato di aver fatto pressioni sui dirigenti dell’nicredit perchè accordassero una fidejussione per la costruzione di un nuovo Centro Commerciale, vive ancora delle sue schermaglie iniziali. Prossima udienza il 5 aprile

     

    CASAL DI PRINCIPE - Due legali,l’avvocato Agostino De Caro, difensore di Nicola Cosentino, e l’avvocato Giuseppe Stellato per altri dei 21 imputati,si sono opposti alla costituzione di parte civile del Ministero dell’Interno. Il processo, incardinato presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, e’ quello nato dall’indagine “Il principe e la (scheda) ballerina, che vede tra gli imputati l’ex sottosegretario all’Economia accusato di corruzione e reimpiego di capitali illeciti con l’aggravante di aver favorito il clan dei Casalesi.

    Al centro del caso, un Centro Commerciale che avrebbe dovuto sorgere a Villa di Briano, dando lavoro a persone e ditte segnalate dal clan che in cambio avrebbe appoggiato i politici in caso di elezioni; Cosentino, secondo l’accusa sostenuta in aula dal pm Antonello Ardituro, avrebbe fatto pressioni su dirigenti di Unicredit perche’ concedessero irregolarmente un fido all’imprenditore. La corte, presieduta da Orazio Rossi, ha deciso di ascoltare le parti il prossimo 5 aprile e sciogliera’ riserva l’8 maggio.

    PUBBLICATO IL: 27 marzo 2013 ALLE ORE 14:18